Motogp, Gresini: all’Aprilia serve tempo

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

orig_82eabf58315df2c366080d8f2c18ffb9

In un’intervista a MCN, Fausto Gresini ha ammesso che all’Aprilia servirà tempo per poter farsi strada tra le grandi squadre della Motogp.


Aprilia dovrà avere a che fare con marche del calibro di Honda (e dici niente), Yamaha (che ha come obiettivo di battere la prima), Ducati (che deve per forza migliorare) e Suzuki (altra debuttante tanto attesa e soprattutto desiderosa di rifarsi dopo i test deludenti), insomma… Una bella sfida! Marco Melandri (che ritorna in Motogp dopo 4 anni di Superbike) e Alvaro Bautista, correranno con una versione aggiornata della ART Open. La moto godrà di un nuovissimo motore a valvole pneumatiche, e sembra che si stia anche decidendo per il cambio seamless. Avrà inoltre il proprio software per la prossima stagione e il vantaggio delle concessioni dalle classi Open come gomme più morbide e carburante extra.

Gresini, che lascia Honda dopo 18 anni di collaborazione grazie alla quale ha ottenuto ottimi risultati con ottimi piloti: Daijiro Kato e Marco Simoncelli in particolare, ma anche Marco Melandri, Sete Gibernau e Alvaro Bautista, ha dichiarato che non sarà facile stabilirsi subito al vertice con Aprilia, serve tempo:

“La strada non sarà facile, la Motogp è una categoria difficile e sarà difficile ottenere dei risultati immediatamente. Abbiamo una fabbrica che continua a lavorare ma dovremo competere con grandi marche che hanno speso molti anni ad investire nella tecnologia e sarà dura raggiungerle subito. L’accordo vale per i prossimi 4 anni, quindi abbiamo molto tempo per iniziare a capire come lavorare. Sarà un’esperienza totalmente diversa da quella che abbiamo fatto finora, poichè un conto è  lavorare a contatto con la squadra ufficiale, un altro è essere un team satellite”.

  •   
  •  
  •  
  •