Motogp: Petrucci: “un ragazzo umile”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

Senza nome

C’è aria di novità nel team Pramac, dopo la firma del contratto di Danilo Petrucci, ci sarà anche un nuovo caposquadra, Daniele Romagnoli.


Romagnoli, conosce perfettamente la Desmosedici GP2014, avendo lavorato al fianco di Cal Crutchlow nella scorsa stagione. Il suo debutto alla Pramac risale già a novembre durante i test post-campionato a Valencia. “Quei tre giorni sono andati al di sopra delle nostre aspettative; con Danilo abbiamo iniziato con calma per permettergli di prendere confidenza con la moto. Poi nella seconda giornata c’è stata la sorpresa: ha registrato il tempo più veloce sul bagnato. Ero a conoscenza del fatto che sia lui che la Ducati fossero veloci in queste condizioni ma ciò che mi ha colpito è stato il rapporto che il pilota è riuscito a creare con la moto. Il terzo giorno abbiamo lavorato sul setup per far capire a Danilo come adattarsi al controllo del posteriore e come gestire il potenziale. La Ducati è famosa per il suo motore potente e quindi non è facile da guidare immediatamente. Sempre durante la terza giornata abbiamo trovato il giusto setup, lavorando sulla geometria, le sospenzioni e l’elettronica. Abbiamo concluso con un buon settimo posto che ci ha reso felici”. Ma il nuovo caposquadra è rimasto anche impressionato dal comportamento di Danilo fuori dalla pista: “L’ho trovato un ragazzo umile, molto focalizzato nei dettagli. Ha fatto molte domande sul metodo di lavoro di Ducati e su cosa è stato fatto in questi anni. Ha ascoltato molto e questo è segno di una grande mentalità. Oltre a questo è consapevole che è importante costruire una buona chimica con il team attraverso una precisa e dettagliata comunicazione. Questo fa lavorare tutti nel migliore dei modi”. In termini di guida, Romagnoli è convinto che il Petrux ha forti potenzialità per rendere al meglio la frenata della Ducati. “Dal punto di vista tecnico, Danilo è molto bravo nei tratti in frenata, che è una delle caratteristiche fondamentali della Ducati. Deve capirla in profondità e allora potrà sfruttarla al massimo”.

Romagnoli e Petrucci hanno ancora poche settimane di attesa prima di iniziare i test ufficiali in Malesia. “Dopo i winter tests, è importante riacquistare confidenza con la moto. Sepang è molto diversa da Valencia. Dopo che Danilo avrà raggiunto un buon livello di preparazione, inizieremo a lavorare per trovare il setup più consono alle sue abilità”.

 

  •   
  •  
  •  
  •