Speciale MotoGp: Forza Valentino, nel 53% dei casi chi vince il primo Gp porta a casa anche il titolo

Pubblicato il autore: Francesco Mattei Segui

speciale supernews motogp

Quante possibilità ha Valentino Rossi di vincere il suo decimo titolo mondiale, settimo nella classe regina? Dallo studio effettuato dalla redazione di SuperNews emerge un’interessante statistica: delle 66 edizioni del Motomondiale disputate dal 1949 ad oggi ben 35 sono state vinte da piloti che si sono aggiudicati il primo gran premio stagionale. L’indagine è stata realizzata prendendo in esame l’albo d’oro delle classi MotoGp e 500 e l’ordine di arrivo dei primi due gran premi stagionali.

Salire sul gradino più alto del podio nella prima gara dell’anno alza la percentuale di titolo al 53%. Chi ben comincia è a metà dell’opera, si direbbe. Il successo di Losail fa ben sperare i tifosi del Dottore, già capace in 5 occasioni (dal 2001 al 2005) di trionfare all’esordio per poi vincere il titolo iridato. Meglio di lui solo Giacomo Agostini, vincitore sia del primo Gp che del campionato dal 1967 al 1975. Appena sotto miti del calibro di Mike Hailwood (4 titoli e 3 volte vincitore della prima gara) e John Surtees (4 campionati tutti con successi al gp d’esordio). A bilanciare la tendenza fenomeni come Mick Doohan (5 titoli ma solo 2 vittorie nel gran premio d’apertura, ’95 e ’97) e Geoff Duke (4 titoli ma mai vittorioso all’esordio). L’ultimo ad essere riuscito nell’impresa è chiaramente Marc Marquez, lo spagnolo capace di vincere 10 gare di fila e titolo nella scorsa stagione.

Valentino sopra la media: quando vince la prima è titolo all’83%

Nella classe regina Valentino Rossi si è aggiudicato ben 5 volte su 6 sia la prima gara che il titolo mondiale (dal 2001 al 2005). Solo in un’occasione (2010) il fenomeno di Tavullia ha trionfato all’esordio senza aggiudicarsi il campionato, poi finito nelle mani di Jorge Lorenzo. La prima volta cui Rossi riesce l’accoppiata risale però al campionato 125 del 1997. Un giovanissimo Valentino trionfa a Shah Alam (guarda caso in Malesia) nella gara d’esordio per poi andare a vincere quello che sarà il primo titolo di una straordinaria e irripetibile carriera. Di lì in poi il Dottore vincerà, come detto, molti altri gran premi d’esordio e campionati mondiali. La curiosità risiede nella riproposizione della Malesia come teatro di apertura del campionato. Nelle altre occasioni in cui Valentino ha vinto le gare d’esordio, infatti, non figura la Malesia (dal 2001 al 2003 successi a Suzuka, nel 2004 in Sudafrica a Welkom e nel 2005 a Jerez). Chi crede nel destino può considerarlo un segno,  la classica chiusura del cerchio: nel 1997 un diciottenne semisconosciuto ottiene la sua prima vittoria in Malesia dando il via ad una delle favole sportive più vincenti della storia. Oggi quel ragazzino ormai ultratrentenne le “suona” ai giovani colleghi ancora una volta in Malesia, dimostrando di essere ancora l’uomo da battere. Vedremo se l’epilogo sarà lo stesso di quello di 18 anni fa.

Ed ora Austin: chi vince anche il secondo Gp ha il titolo in mano

Per Valentino vincere anche ad Austin domenica prossima è decisamente importante, sia per dimostrare che Losail non è stato un fulmine a ciel sereno, sia per corroborare la statistica che vi stiamo per illustrare. Nella storia della MotoGp (prima classe 500) è infatti accaduto ben 20 volte che un pilota vincesse le prime due gare della stagione e contemporaneamente il titolo mondiale. Il dato più evidente è però il suo opposto: solo 3 volte chi ha vinto prima e seconda gara dell’anno non ha poi vinto il campionato. Sfortunati protagonisti Jim Redman nel 1966, che dopo aver dominato ad Hockenheim e ad Assen si è dovuto arrendere al ritorno di Giacomo Agostini, Jarno Saarinen nel 1973 a beneficio di Phil Real e Kenny Roberts Jr. che ha dovuto veder brindare a fine stagione Alex Crivillè.
Il triplete (per usare un termine calcistico) è riuscito a Valentino Rossi solo nel 2001 (Suzuka, Welkom e titolo) mentre i veri fuoriclasse della tris sono stati John Sturtees (4 volte – ’56, ’58, ’59, ’60), Giacomo Agostini (5 volte – dal ’68 al ’72) e Mick Doohan (2 volte – ’95 e ’97). Dei piloti attualmente in attività l’impresa è riuscita anche a Marc Marquez proprio la scorsa stagione (lo spagnolo, oltre le prime due, ne ha vinte 10 di fila!). Facile intuire chi sia il rivale per il titolo 2015.

  •   
  •  
  •  
  •