Gp Assen, conferenza stampa Motogp

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

hghgh

Con la conferenza stampa Motogp, ha ufficialmente inizio l’ottavo round del calendario del motomondiale, che questa settimana è in programma in una delle piste più belle del campionato, il TT di Assen. Erano presenti: Rossi, Iannone, Marquez, Lorenzo, Smith e Pedrosa. Valentino arriva nel circuito olandese con un vantaggio di un solo punto rispetto al suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo. Ad Assen,  ha già vinto 8 volte (1 in 125cc, 1 in 250 cc e 6 in Motogp) mentre l’ultima volta che è salito sul podio risale al 2013. Rossi è consapevole che deve migliorare le sue performance in qualifica per avere la possibilità di battere Lorenzo: “Jorge è migliore di me in qualifica, è sempre un pò più veloce. È difficile perchè ci sono molte moto veloci e Suzuki e Ducati hanno il vantaggio della gomma extra soft. Anche le Honda sono veloci ma Jorge ha i pneumatici e la moto come me. Partire dalla terza fila è pesante, a Barcellona avevamo un buon passo e non ho perso molto tempo per arrivare in seconda posizione ma Jorge era ormai già lontano. Ogni weekend e ogni gara hanno una storia diversa, perciò dobbiamo capire il potenziale della moto, delle gomme e dare il massimo dal venerdì”. Rossi ha anche rivelato che sta valutando di provare un telaio per il weekend, dopo averlo provato nei test privati. “Il piano era quello di provare il nuovo telaio in due piste differenti ed è stato importante provarlo a Barcellona, anche se le condizioni meteo non ci hanno permesso di fare molto. Abbiamo provato il telaio solo ad Aragon, credo che lo proveremo anche domani per cercare di capire come funziona in qualifica, se è meglio o peggio”. 
Jorge Lorenzo è reduce da un poker di 4 vittorie di fila, e sente che questo è il momento migliore della sua carriera: Ho avuto dei momenti belli nella mia carriera ma non avevo questa moto. In gara specialmente la nostra moto è costante, e possiamo mantenere un buon passo, questo spiega il nostro dominio. Ora sono in perfetta forma, per la prima volta riesco a battere il mio personal trainer in mountain bike, perciò sono molto orgoglioso di questo. Ma dobbiamo ancora lavorare sodo e trovare un buon setup”.
Marc Marquez spera di poter ripetere il successo dello scorso anno e proverà il telaio 2014 per cercare di risolvere i problemi della sua RC213V: “Sicuramente dopo le ultime due gare abbiamo bisogno di un buon risultato. Assen è una pista che mi piace molto, lo scorso anno è andata bene anche se la gara è stata condizionata dal meteo. Due anni fa Vale e Jorge sono andati molto forte, dobbiamo vedere come andrà questo weekend. Siamo fiduciosi; sfortunatamente i test di Barcellona sono stati rovinati dalla pioggia, perciò non abbiamo potuto provare tutto ma cercheremo di dare il massimo. Ho usato il telaio 2014 il lunedì dopo la gara; non era male e lo userò qui“.

Andrea Iannone è sempre arrivato nella top 6 dall’inizio della stagione; ora è terzo in campionato, dopo aver concluso in quarta posizione nel gp di Barcellona: E’ molto importante per me, in un momento positivo come questo, continuare a lavorare. Sia la GP14 che  la GP13 hanno fatto fatica in questa pista, perciò spero che la GP15 sia migliorata qui perchè l’agilità della moto è migliore. Spero di salire sul podio, vorrei lottare per il podio in ogni gara ma la vittoria è meglio!”.
Bradley Smith, dopo due quinti posti consecutivi, è il miglior pilota satellite da inizio stagione, e ovviamente si sta godendo questo buon momento rispetto al 2014: E’ bello dimostrare quanto valgo. Il target per questa stagione è di essere consistente ed è una grande opportunità. Non è niente di spettacolare ma stiamo finendo tutte le gare e facciamo esperienza”.
Dopo l’intervento e lo stop di tre mesi, Dani Pedrosa è tornato a sorridere con il terzo posto in Catalunya e spera di fare ancora meglio nel circuito dove ha molti ricordi: La mia prima vittoria è stata qui, quando ero solo un bambino! E’ stato un momento davvero felice per la mia famiglia, me lo ricordo ancora! Salire sul podio nella gara di casa è stato speciale, dopo tutto quello che è successo. Non è stata una delle mie gare migliori, sono partito male, al primo giro ero 11 esimo. Non stavo migliorando ma poi ho concluso bene. Spero di poter fare un buon risultato anche qui. Dobbiamo fare una qualifica migliore e partire bene!”.
Bradley Smith ha fatto poi ridere tutti in conferenza stampa, dopo che gli è stato chiesto il segreto del suo inizio brillante di stagione: “Grandi attributi e frenare tardi!”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: