Gp Brno, Marc Marquez: “Ho preso troppi rischi”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

Marc-Marquez-Brno-2015_06

Marc Marquez ha commentato il suo secondo posto positivamente, dal momento che era impossibile mantenere il passo di Jorge Lorenzo. Il campione del mondo per circa dieci giri ha provato a inseguire il pilota della Yamaha, ma la sua gomma dura posteriore ha iniziato a calare e quindi Marquez ha dovuto accontentarsi del secondo posto che gli ha permesso di aggiungere qualche punto nellla classifica mondiale.
Jorge era nettamente superiore, l’avevamo già visto nel warm up. In gara però abbiamo cercato di prendere dei rischi nei primi giri. Ho cercato di spingere al limite e sono riuscito a seguirlo ma poi il pneumatico posteriore ha iniziato a calare e ho iniziato ad avere problemi di grip in accelerazione. Perciò mi sono detto che era arrivato il momento di controllare la distanza da Valentino perchè ho preso troppi rischi all’inizio e a metà gara diventava troppo”.

Marc Marquez ha distaccato Valentino Rossi di quasi sei secondi:
Sono contento perchè Brno è uno dei circuiti in cui facciamo più fatica ed è uno dei più difficili per noi. Venendo qui sapevamo che questa è una delle piste più difficili della seconda parte del campionato e l’abbiamo visto nelle FP1 che eravamo circa 8 decimi più lenti di Jorge. Poi abbiamo ridotto questa distanza e in gara, anche se era difficile lottare con lui, abbiamo provato. Ci sono delle piste dove riusciremo a vincere ma quando non è possibile è giusto e intelligente cercare di salire sul podio“.
Se Jorge Lorenzo ha raggiunto Rossi in classifica, per Marc Marquez la strada è ancora lunga, ci sono 52 punti che lo separano dalla vetta:Siamo davvero lontani, è difficile recuperare 52 punti da un avversario, figurarsi da due! Entrambi hanno un grande passo e come abbiamo visto a Brno, erano sul podio. Perciò sarà molto difficile ma ci proveremo, cercheremo di fare il nostro meglio e di capire in ogni weekend come lavora la moto e quali sono i punti deboli su cui lavorare per il prossimo anno“.

  •   
  •  
  •  
  •