Gp Brno, Valentino Rossi deluso: “Mi aspettavo di più”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

17890-fb-rossi_dom

Valentino Rossi ha “perso” la prima posizione nel mondiale, dopo il terzo posto di Brno. E’ vero che ha gli stessi punti di Jorge Lorenzo, ma il maiorchino finora ha ottenuto più vittorie (5-3).
E’ incredibile che dopo 11 gare siamo a pari punti, questo vuol dire che ci sarà una grande lotta. Jorge dopo la pausa estiva è tornato in grande forma, due gare fantastiche anche ad Indy dove ha lottato con Marc fino all’ultimo giro. Per arrivare a giocarmi il titolo con lui a Valencia dovrò lavorare per essere più forte e cercare di andare più veloce. La differenza tra noi due sta nella velocità che riesci a raggiungere specialmente alla domenica e solitamente Jorge è sempre molto veloce in tutte le condizioni”.
Dopo una buona qualifica che gli ha permesso di partire in prima fila, una brutta partenza ha fatto perdere del tempo prezioso a Valentino che è rimasto a lottare in quinta posizione con le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, mentre Lorenzo e Marquez prendevano vantaggio rispetto al gruppo dietro. Il Dottore non aveva il passo per stare con i primi due.
I numeri parlano chiaro: Valentino Rossi ha concluso a dieci secondi dal compagno di squadra e a cinque da Marquez.

Sono molto deluso, specialmente perchè mi aspettavo un passo migliore, sapevo che con Jorge sarebbe stato difficile perchè è stato molto forte per tutto il weekend. Ma mi aspettavo di più, speravo di poter stare più vicino a Jorge e di lottare con Marc perchè ci si diverte di più. Ma sfortunatamente non è successo, ero troppo lontano, la partenza non è stata fantastica ma a a parte questo non avevo il ritmo, non ero veloce e per qualche motivo non sono riuscito a mantenere lo stesso passo della qualifica. Avevamo trovato un buon setting per la gara, ma c’era il punto interrogativo sulle gomme. Ho optato per la dura per il davanti e il posteriore semplicemente perchè in qualifica mi sentivo bene con la moto. Non abbiamo modificato molto. Ora dobbiamo controllare i dati e cercare di capire perchè mi aspettavo di essere più veloce di almeno tre o quattro decimi, specialmente nella prima parte di gara. Non era possibile”.

Guardando al campionato, ora rimangono sette gare e la prossima tappa sarà a Silverstone, pista difficile per Valentino Rossi:
“Ogni anno è differente ma sulla carta credo che ci sono delle piste dove Jorge è più forte di me. Ma ce ne sono altre dove siamo simili. Ma non è questo il modo in cui dobbiamo pensare, dobbiamo solo capire come andare veloci sia a Silverstone che nelle prossime gare. Questo è il modo, passo dopo passo. Cercare di essere pronti per tutte le condizioni perchè Silverstone sicuramente sarà difficile. Lì ho sempre fatto fatica, l’anno scorso è andata meglio ma Jorge è sempre andato veloce lì fin dalla prima gara in Motogp”.

  •   
  •  
  •  
  •