Gp Silverstone, Valentino Rossi: “E’ la Motogp, non puoi mai rilassarti”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

er

Valentino Rossi con la vittoria di oggi, in una gara condizionata dalla pioggia, si riprende la prima posizione nella classifica mondiale e con il quarto posto di Jorge Lorenzo, allunga il distacco a -12. Il Dottore però ha confessato di essersi rilassato troppo dopo la caduta di Marc Marquez, non prendendo in considerazione l’avanzata delle Ducati di Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso.
“Questa mattina quando mi sono svegliato e ho visto che pioveva non sapevo se prenderla come una buona o cattiva notizia perchè durante questa stagione non avevamo molti dati in caso di gara bagnata. Ma credo che il lavoro del mio team ha fatto la differenza, la mia Yamaha era fantastica. Già dal warm up avevamo trovato un buon feeling e mi sentivo molto forte. In griglia di partenza ero davvero preoccupato perchè eravamo nella peggior condizione possibile, freddo, un pò di pioggia e dover partire con le slicks in un tracciato veloce. Perciò ero contento quando ha iniziato a piovere di più, da quel momento sapevo di avere il passo”

Alla partenza Valentino Rossi ha dovuto lottare con Lorenzo e Marquez, sorpassati poi durante il secondo giro anche se non è mai riuscito a distanzare Marquez.
“Ho fatto una buona partenza e ho cercato di allontanarmi ma Marc è sempre stato con me, potevo sentirlo, ho cercato di dare il massimo e di fare dei buoni giri ma era difficile prendere un vantaggio. E perciò ho pensato di giocarmela con Marc alla fine e sarebbe stata difficile! Poi l’ho visto nella sabbia tramite il grande schermo, non l’ho più sentito dietro a me e quindi mi sono rilassato. Anche perchè stava piovendo di più”.
Ma Vale non aveva preso in considerazione un altro avversario: Danilo Petrucci.
“Sinceramente pensavo di avere otto secondi di vantaggio, ma sul traguardo avevo solo quattro secondi e ho pensato “Ok…”; il giro dopo erano tre. Il mio errore è stato quello di rilassarmi per un giro perchè pensavo di avere più vantaggio. Poi non volevo buttare via tutto e ha iniziato ad aumentare la pioggia. Ma questa è la Motogp, non puoi mai rilassati: in ogni situazione, in ogni prova tutti vogliono batterti. Ho fatto il calcolo e a cinque giri dalla fine, Danilo poteva battermi. Quindi ho dovuto ripartire e spingere ancora. E’ stato un momento cruciale ma poi ho pensato che anche Danilo non avrebbe voluto buttare via l’occasione del suo primo podio in carriera. Perciò mi sono concentrato e la mia moto mi ha aiutato molto”.
E grazie a questo risultato, la leadeship è di nuovo sua:
Sono molto contento e orgoglioso di questa vittoria, è una bella sensazione. Credo che l’ultima volta che ho vinto sul bagnato è stata 10 anni fa. La vittoria è molto importante perchè parlando sinceramente con la gara asciutta sarebbe stato difficile arrivare davanti a Jorge.

  •   
  •  
  •  
  •