Gp Aragòn, Dani Pedrosa: “La migliore battaglia della carriera”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

Senza nome

Dani Pedrosa ha definito la sua sorprendente battaglia con Valentino Rossi nella gara di Aragòn come la migliore della sua carriera.
Il pilota della Honda ha mostrato grinta, nonostante sia sempre stato definito da tutti come “l’eterno secondo” non ha voluto darla vinta a Rossi. Questa bagarre è stato un regalo per Jorge Lorenzo che ha visto ridursi il vantaggio del Dottore in campionato.

E’ stata una delle più belle battaglie della carriera. Normalmente puoi fare una lotta con molti piloti, come ho avuto in passato ma Valentino è il maestro in queste situazioni. Si sente a suo agio e ha molta fiducia. Sa come guidare la moto, cambiare le linee e usare movimenti diversi, cambiare i punti di frenata. Mentre questi sono i miei punti più deboli perciò sono molto contento del risultato che ho raggiunto” 

Le caratteristiche del MotorLand di Aragòn non hanno più dato problemi all’avambraccio destro di Pedrosa, la sindrome compartimentale per la quale ha dovuto perdere diverse gare ad inizio stagione per sottoporsi all’intervento.
“In questa pista non ho avuto nessun problema perchè ci sono più curve a sinistra perciò il mio braccio destro era più rilassato. Quando non senti dolore, anche la tua mente è più chiara e hai più concentrazione su quello che stai facendo e non su come ti senti”.

Rossi ha lottato fino alla fine per il secondo posto ma non ha potuto fare nulla contro un Dani Pedrosa così agguerrito.
“Ho fatto la battaglia per il campionato perchè avevo bisogno di punti e sapevo che con Dani potevamo arrivare vicino al limite perchè con lui la battaglia è dura ma corretta. Quando corri e hai l’opportunità di fare la battaglia e migliorare di una posizione, devi farlo perchè queste sono le corse”.

Jorge Lorenzo ha ammesso che deve ringraziare Dani Pedrosa perchè con il suo secondo posto, Rossi ha perso dei punti di vantaggio, lasciandolo a +14. La prossima gara sarà a Motegi, l’11 ottobre.
“Ovviamente non ho potuto vedere subito la replica della gara ma sono molto emozionato di guardarla, specialmente l’ultimo giro perchè Dani è stato molto coraggioso e si sono passati cinque o sei volte soltanto in un giro, perciò sarà fantastico da vedere. Devo ringraziare Dani perchè questi quattro punti sono molto importanti per il campionato“.

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •