Gp Misano, Valentino Rossi: “Volevo piangere, gli altri non hanno nulla da perdere”

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

erNon era il risultato che Valentino Rossi voleva ottenere davanti ai suoi tifosi, ma tutto sommato, un quinto posto non è poi così male, considerato il fatto che grazie a questi punti, il suo vantaggio in campionato aumenta, complice la caduta di Jorge Lorenzo.

Ci sono dei pensieri differenti, voglio dire è stato un vero peccato per la gara, specialmente a Misano. Era importante cercare di arrivare sul podio ma dopo un weekend positivo con il sole, le condizioni in gara erano davvero difficili. I primi due terzi della gara erano buoni perchè non andavo così male sull’asciutto, poi abbiamo cambiato la moto per la prima volta per le gomme rain. Anche quella è stata una parte di gara positiva perchè ero molto veloce. Mi sono anche divertito a stare con Jorge e Marc, poi ero primo”.

Poi le carte in tavola si sono rimescolate, la pioggia ha smesso di cadere, molti piloti sono entrati subito in pit lane mentre i top riders hanno temporeggiato. A dieci giri dal termine, Marc Marquez è rientrato, lasciando Rossi e Lorenzo nella condizione di dover decidere, ma nessuno dei due voleva prendere l’iniziativa per primo. Le gomme hanno iniziato a deteriorarsi, ma quando hanno deciso finalmente di rientrare, era ormai troppo tardi. Ma perchè aspettare così tanto? Ecco la giustificazione di Valentino Rossi ai microfoni della conferenza stampa Yamaha:

“La pista ha iniziato ad asciugarsi e dovevamo ancora effettuare un cambio. Era una decisione difficile da prendere, soprattutto per me e Jorge che stiamo lottando per il mondiale. So che se entri prima è meglio per il risultato ma più rischioso. Volevo fermarmi due giri prima ma pioveva ancora un pò e ho pensato che se mi fossi fermato e avesse incominciato a piovere di più, il risultato per me sarebbe stato molto negativo. Poi ho controllato Jorge che era ancora dietro di me e ho preferito continuare. Sono rimasto in pista per altri due giri e ho perso troppo tempo. Poi ho cambiato per le slick e alla fine ho concluso quinto. Vorrei piangere perchè speravo in un risultato migliore dal momento che avevo un buon passo sia sul bagnato che sull’asciutto. Ma non credo che avrei potuto vincere. In quelle condizioni per vincere devi avere la mente libera dal campionato e puoi prenderti dei rischi. Forse avrei potuto arrivare sul podio o davanti a Baz. Quelli che sono finiti davanti a me non avevano niente da perdere. Marc era molto veloce e ha fatto il cambio nel momento giusto ma per esempio Smith non ha cambiato le gomme. E’ stata una grande scommessa! Se avesse continuato a piovere avrebbe concluso 12esimo e io non potevo fare questo azzardo. Anche Redding, è caduto e ha cambiato prima le gomme. Ha fatto la scelta giusta ma grazie ad un errore

Valentino Rossi poi smaltita la delusione, pensa positivo:

“Sicuramente a Misano, davanti a tutta quella gente, arrivare sul podio era il target. Ma con la caduta di Jorge il mio vantaggio in classifica è aumentato di undici punti e questo è positivo. Per il campionato questo è un risultato importante”.

  •   
  •  
  •  
  •