MotoGP: Rossi deve battere Lorenzo

Pubblicato il autore: Danilo Aurilio Segui

MotoGP Rossi racconta

MotoGP Rossi  deve cercare di battere Lorenzo e per farlo mancano 4-5 decimi. Se Rossi non migliorerà in gara nemmeno potrà stargli vicino. Una volta finite le qualifiche del GP di Aragon Valentino Rossi dice con sincerità : ” Mi manca poco, sono lento circa di 4-5 decimi e se domani non riuscirò a migliorare non avrò sicuramente speranza di stare al suo passo. Una realtà strana ma pur sempre vera, è che il pomeriggio peggioro rispetto alla mattina, questo perchè probabilmente la gomma anteriore mi abbandona e di conseguenza tengo il ritmo“. MotoGP Rossi  crede poco al ragionamento durante la gara, ma crede di trovarsi in una buona posizione in seconda fila, infatti pensa che le migliori file ad Aragon siano la prima e la seconda. Giusto ragionamento di Rossi che pensa che siano inutili i calcoli, davanti si troverà Pedrosa, Espargarò e Iannone. L’unica cosa su cui puntare sarà la velocità proprio quella che hanno i tre citati precedentemente. I problemi della ruota anteriore per Rossi ci saranno soprattutto se farà molto caldo, e i piloti migliori anche con i pneumatici usati andranno nettamente meglio rispetto a Rossi. La gara per Rossi non si prospetta dalle migliori infatti Rossi ha anche problemi nella frenata, per poter frenare bene dovrebbe andare troppo piano ma così facendo non potrà tenere ritmo agli altri.

MotoGP Rossi ha problemi, Jorge Lorenzo no

Fortunatamente per lui in questo momento Jorge Lorenzo non ha rilevato problemi, anzi Lorenzo è contento di tutto il team grazie al livello di guida e precisione raggiunta a livelli davvero incredibili. La pista come dice Lorenzo e anche gli altri piloti è difficile e aver raggiunto i tempi del team di Jorge è già una grande soddisfazione. Secondo quanto attesta Lorenzo la Yamaha non è mai stata amica con questa pista, ed ha sempre avuto la meglio la Honda che ha dimostrato sempre essere più potente e stabile. Si respira aria di serenità e “spensieratezza” in casa Ducati. Andrea Iannone è felice dei risultati raggiunti soprattutto per aver raggiunto la prima fila, ieri la partenza secondo Iannone non era stata delle migliori, solamente durante la mattina è andata nettamente meglio.  In MotoGP la prima cosa ed è anche una delle più difficili è quella di capire qual’è la giusta direzione da prendere. Una volta presa è quasi semplice trovare la moto più adatta per la gara. Il team Ducati e Andrea Iannone hanno trovato la giusta strada da percorrere e possono dire di avercela finalmente fatta, o almeno una parte. Il podio rimane ancora un sogno, ma non è nemmeno un’utopia. Ovviamente domani  si dovrà lavorare molto per raggiungere quanto meno le prime tre posizioni.

Felicità in casa Ducati

Sogno quasi irrealizzabile per Dovizioso

Per Andrea Dovizioso il sogno diventa quasi irrealizzabile, a meno che non esiste la magia o meglio dire un miracolo. Qualcosa nel team non va e Andrea è decisamente demoralizzato. Attraverso una breve analisi del pilota l’unico punteggio migliore è stato quello nella FP4  che con un impegno in più probabilmente poteva arrivare tra i primi del secondo gruppo. Nella Q1 l’unica cosa che non andava erano nelle prime due curve a destra, la gomma non dava risultati soddisfacenti. Le prime tre file potevano comunque aggiudicarsele, sicuramente l’impegno era ciò che serviva di più. Pieno di positività nonostante la caduta in curva 2 è Danilo Petrucci che è molto fiducioso e ha dichiarato in un’intervista “Domani in gara si punta solamente nelle prime dieci posizioni“. Le parole di Danilo Petrucci danno forza a tutto il team e a se stesso principalmente, il ragazzo ci crede davvero e vuole raggiungere quelle prime posizioni a tutti i costi, non rimane che osservare l’intera gara.

  •   
  •  
  •  
  •