Clamoroso: Repsol lascia la MotoGP?

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

Repsol logo
E’ inevitabile, la gara della Malesia è stato un vaso di Pandora: è bastata la dichiarazione di Valentino Rossi in conferenza stampa per accendere la miccia, e domenica ne abbiamo avuto la conferma: la MotoGP non sarà più come prima. Sono intervenuti tutti, forte troppi nella questione, ultimo in Codacons che ha richiesto la sospensione immediata per Marc Marquez e Jorge Lorenzo, “colpevoli” di aver tramato alle spalle del Dottore. Di fronte a tutto questo caos mediatico, tra accuse, insulti minacce… Repsol ha detto basta. Secondo un comunicato stampa infatti la nota compagnia petrolifera spagnola avrebbe dichiarato di voler lasciare il campionato MotoGP. Ovviamente si schiera a favore del proprio pilota, Marc Marquez e si trova in disaccordo con la penalità inflitta a Rossi:

“Al settimo giro della gara fra Marquez e Rossi in una battaglia per il terzo posto che ha visto diversi sorpassi, l’italiano, in un’azione assolutamente intenzionale, ha calciato in modo antisportivo il pilota Repsol Honda, facendolo cadere a terra. Anche se Marquez è fortunatamente uscito illeso dall’attacco, per Repsol il comportamento di Rossi è assolutamente inaccettabile perché ha messo in pericolo – in modo premeditato e antisportivo – la sicurezza del pilota del team Repsol Honda. La Repsol considera questo un atto antisportivo incompatibile con i valori dello sport e della competizione. Repsol è profondamente rattristata dell’esistenza di situazioni come quelle che si sono verificate a Sepang, in particolare in quanto la società si sente orgogliosa dei valori sportivi: amicizia, agonismo e l’impegno dei piloti.Senza questi valori, non avrebbe senso per Repsol partecipare allo sport come sponsor”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Valentino Rossi di nuovo in sella: si dà alla motocross