Conferenza stampa Motogp Malesia, Rossi: “Marquez ha aiutato Lorenzo in Australia” (video)

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

_gp_2179_0.middle
Diciassettesimo appuntamento del calendiario MotoGP, la Malesia, purtroppo è ancora vivo il ricordo della tragedia di quattro anni fa, con la perdita del nostro Marco Simoncelli.
Desta particolare preoccupazione la nube tossica che sovrasta i cieli di Sepang, causata dagli incendi degli agricoltori in Indonesia. Il membro di Dorna, Javier Alonso ha dichiarato che stanno monitorando la situazione che attualmente non sembra peggiorare. Nella mattinata sono state fatte delle prove con gli elicotteri, in caso di soccorso e non ci sono stati problemi. La pioggia prevista nei prossimi giorni, inoltre potrebbe essere d’aiuto per l’aria.

Tornando alla conferenza stampa MotoGP, erano presenti: Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Andrea Iannone, Maverick Vinales e il pilota Moto3 Danny Kent.

Il primo a prendere la parola è stato Valentino Rossi, leader della classifica con 11 punti. “E’ stata una stagione lunga, anche per la pressione. Abbiamo passato diversi momenti, ora arriviamo qui con solo 11 punti a due gare dal termine. Sarà difficile ma allo stesso tempo una bella battaglia da seguire perchè il livello e la velocità sono alti, inoltre i punti sono pochi. Speriamo di essere pronti. Sepang è una bella pista, mi piace molto. La struttura è fantastica ma il grip è calato molto negli ultimo anni. Le temperature sono molto alte, già in qualifica se fai 5 giri di fila ti sembra impossibile poter continuare e in gara gli ultimi giri sono difficili. Qui è la prima occasione per poter vincere il mondiale, c’è più pressione per Jorge ma il mio atteggiamento è sempre lo stesso“.

Dopo aver recuperato dei punti importanti, l’obiettivo primario per Jorge Lorenzo è vincere: Non ho pressione, a Misano ho fatto un errore e il campionato sembrava perso. Devo solo vincere, non possiamo perdere, abbiamo recuperato dei punti e dobbiamo dare il meglio senza paura. Ad essere onesto, l’anno scorso non mi ero allenato bene e sono arrivato impreparato. Quest’anno invece ho lavorato sodo per arrivare qui pronto. Le Yamaha vanno bene in questa pista, ma le Honda saranno forti”.

In Australia Marc Marquez è stato autore di una gara perfetta con tanto di giro veloce fatto segnare proprio in quell’ultimo giro che gli ha permesso di vincere. L’obiettivo è finire al meglio questa seconda parte di stagione. Qui nei test eravamo veloci, ma da febbraio la moto, lo stile di guida e la pista sono cambiati ma cercheremo di vincere. Non abbiamo lo stesso pacchetto dei test, vedremo cosa succede”.

Andrea Iannone è ancora motivato per il terzo posto in quella che lui stesso ha definito come la gara più bella della sua carriera. Anche a Sepang ci sono due rettilinei che sono favorevoli alla Ducati ma per il pilota di Vasto, non sarà facile ripetere l’impresa: La Ducati ha un motore forte e qui con due lunghi rettilinei è un aiuto. Ho un buon feeling con la moto e con la mia squadra. Spero che sia un buon weekend e di poter lottare per il podio. Credo che con le alte temperature non sarà facile ripetersi.
Durante la conferenza stampa MotoGP si è parlato poi degli insulti a Iannone per aver passato Valentino Rossi. Il Dottore ha voluto dire la sua in merito: Chi ha detto quelle cose non sono i miei veri tifosi, sono degli stupidi! Purtroppo sui social network ognuno può dire la sua idea anche se stupida, non bisogna perdere tempo con loro”.

Anche per Maverick Vinales, quella di Phillip Island è stata la gara più bella della stagione, poichè ha lottato con i top riders per la top 6. E’ stata una gara incredibile perchè all’inizio ero con Vale, Marc e Iannone, potevo imparare qualcosa da loro. Ma è stato ancora più bello poter lottare con Dani e Cal e mantenere il loro passo. A Sepang ho fatto delle belle gare ma quest’anno con quei due rettilinei sarà difficile”.

Infine, alla conferenza stampa era presente il leader della classifica mondiale Moto3, Danny Kent. Con un vantaggio di 40 punti, si pensava che potesse laurearsi campione del mondo a Phillip Island, ma una caduta ha rovinato la festa al pilota inglese: La cosa importante è che stiamo bene, siamo stati molto fortunati perchè abbiamo avuto due cadute: una ad Aragon e  l’altra a Phillip Island. Solitamente quando cadi così è facile farti male. 40 punti con due gare sembra un buon vantaggio ma in Moto3 puoi perdere punti come abbiamo visto e dobbiamo solo continuare a lavorare sodo”.

Durante la conferenza stampa MotoGp è stato poi chiesto ai big se in Malesia può ripetersi una gara come in Australia. Valentino Rossi ha lanciato una piccola frecciatina, sostenendo che Marquez avrebbe aiutato Lorenzo: “In pista non era facile capire, ma dalla tv si è visto che lui ha giocato con noi, il suo obiettivo non era vincere la gara ma aiutare Lorenzo”. Marc ha replicato: “Ovviamente non l’ho aiutato, non avrei rischiato e non l’avrei sorpassato all’ultimo giro, non so perchè dice questo.

Qui il video

  •   
  •  
  •  
  •