Gp Australia, Valentino Rossi: “Nono ma contento”

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

XHUHy9x

Per Valentino Rossi il weekend australiano inizia in salita. Nelle combinate della prima giornata di prove libere infatti ha chiuso soltanto al nono posto, a circa sei decimi dal miglior tempo fatto registrare da Marc Marquez. Il suo compagno di squadra nonchè contendente al titolo, Jorge Lorenzo, è secondo.

Tutto sommato sono abbastanza contento, il mio passo non era male. Ero costante e anche con le gomme usate ero veloce. Non sono ovviamente felice per la posizione perchè non sono forte abbastanza sul giro veloce. Ho dovuto mettere la gomma nuova molto presto perchè ho avuto un piccolo problema con l’anteriore e molti hanno messo il pneumatico nuovo alla fine, riuscendo a migliorare il tempo sul giro. Ho chiuso nono ma tuttavia è importante stare nelle prime 10 posizioni in caso di brutto tempo domani mattina”.

Vale ha dichiarato che in confronto a Lorenzo non c’è molta differenza.
“Sul passo non molta ma lui è stato un pò più veloce oggi. In particolare riesce ad usare la gomma nuova in modo giusto ed è più di circa mezzo secondo davanti a me. Ma come passo non siamo distanti, siamo simili. Sicuramente dobbiamo lavorare perchè anche Jorge domani migliorerà e anche Marquez è veloce sul passo quindi è ancora presto. I giochi sono ancora aperti. Ora dobbiamo solo pensare e sperare che il meteo sia buono domani per continuare a lavorare”.

Il lavoro di cui parla Valentino Rossi riguarda la messa a punto della sua YZR-M1.

Ho due setup differenti. Uno è per provare ad impennare meno e l’altro è per cercare di entrare in curva più velocemente. Dobbiamo capire il modo per andare più veloci, se dobbiamo concentrarci di più sull’impennata o sul cercare di guidare la moto meglio e non interessarci più di tanto sul primo problema”.

L’impennata infatti è un problema che affligge molti piloti in questo weekend: “Qui la gomma posteriore, per poter resistere allo stress è molto dura. Perciò è difficile perchè scivola e si muove molto”.

Bridgestone ha cercato di ammorbidire la gomma asimmetrica per questa stagione. Per questo weekend la scelta è stata la media all’anteriore, una mescola tra la extra-soft e la soft standard.

“L’anno scorso, c’è stato un problema specialmente sull’anteriore. Infatti quest’anno tutti sono curiosi sulla nuova gomma asimmetrica anteriore ma il feeling è abbastanza buono. Se le temperature calano, il problema aumenta“.

L’ostacolo più grande è che la gomma morbida posteriore permette alle Ducati e alle Suzuki di farsi spazio tra le Honda e le Yamaha, influendo non poco sulle posizioni in griglia.

“Già oggi si sono visti dei grossi vantaggi, domani pomeriggio sarà molto importante cercare di non perdere molte posizioni perchè non solo le Ducati, ma anche le Suzuki sono molto forti in un giro”.

Valentino Rossi ha vinto a Phillip Island l’anno scorso e ora comanda la classifica mondiale a + 18 punti su Jorge Lorenzo. Il campione di Tavullia si rifiuta di fare un pronostico sul favorito:

“In realtà il campionato è molto simile dall’inizio alla fine. A volte lui mi ha battuto, a volte ho battuto lui. I punti sono rimasti molto vicini. Per me ora è difficile dire chi sarà il favorito. Ho un piccolo vantaggio sui punti ma in tre gare tutto può succedere“.

 

  •   
  •  
  •  
  •