Marquez-Rossi-Lorenzo: così non Vale

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso Segui

motogp-americhe

Due settimane e Jorge Lorenzo festeggerà a casa sua (si corre a Valencia), il Mondiale Motogp: fuori causa Valentino Rossi per innegabili demeriti suoi, oltre che per meriti dell’amichetto del futuro iridato Marc Marquez.
Alla fine ha avuto la meglio la coalizione spagnola, apertamente dichiarata in settimana da un nervosissimo Valentino: il dottore l’aveva detto che Marc stava tenendo un atteggiamento strano, atto a favorire Jorge, il quale per tutta risposta ha fatto orecchie da mercante non sentendo e non vedendo niente. Marquez ha sempre smentito, come nelle migliori trattative di calciomercato, quasi quasi prendendosela con quello che una volta era il suo idolo, e che adesso lo stava pure diffamando.
E invece alla fine, guarda un pò, è finita proprio come aveva pronosticato The Doctor: Marquez prima lascia passare senza opporre resistenza Lorenzo, e poi invece inscena una guerra lunga quasi cinque giri con Valentino. Lui che poggia il manubrio sulla gamba di Rossi e la conseguente pedata di quest’ultimo ormai sono storia. Storia non scritta di questo Mondiale falsato da un atteggiamento che lascerà strascichi inequivocabili anche per le successive stagioni, almeno fin quando Valentino non deciderà che ne ha viste abbastanza.
Ha combattuto contro tutti quest’anno Rossi, colleghi e non, ed è crollato mentalmente purtroppo sul più bello: così però non vale. Non vale perchè Lorenzo non ha potuto dimostrare di essere più forte in un testa a testa regolare contro di lui, non vale perchè se tra i due litiganti il terzo gode Marquez contava quanto il due di coppe con la briscola ad oro: non vale perchè gli spagnoli sono stati provocatori prima, scorretti durante e addirittura ci hanno deliziati con tanto vittimismo alla fine. Il tutto, purtroppo, fa parte del gioco: la parte sporca però.
Hanno perso tutti: Marquez ha fatto vincere il Mondiale all’amico suo ma ha perso la faccia e ha dimostrato che l’etica sportiva che critica tanto in Rossi, probabilmente lui non sa manco dove stia di casa.
Valentino ha perso il titolo per colpa di una sciocchezza che, vista da fuori, poteva anche evitare: ma voi però, voi che leggete, quante volte avete sognato di dare un calcio a chi vi stava mettendo i bastoni fra le ruote per pura e semplice cattiveria o perchè magari tramava soltanto alle vostre spalle? O quante volte l’avete fatto senza riuscire a contenere la vostra ira?
Lorenzo ha perso una buona opportunità per star zitto, ma ha vinto il Mondiale. Senza avversari però. Così non Vale.

  •   
  •  
  •  
  •