Gp Valencia, Marc Marquez: “Biscotto? Una mancanza di rispetto”

Pubblicato il autore: [email protected] Segui

article-declaraciones-marquez-gp-valencia-2015-sabado-563e48a549bff
Dopo la gara di oggi, è palese che le voci su un presunto aiuto di Marc Marquez a Jorge Lorenzo non erano poi così false. Nessun attacco, nessun sorpasso fatta eccezione a quello su Dani Pedrosa. Perchè? La verità la sa solo l’ex campione del mondo spagnolo che dal canto suo, alle accuse di biscotti e complotti risponde che è una mancanza di rispetto. ”

“Durante la gara ho iniziato davvero concentrato perchè sapevo che Jorge era molto forte nei primi giri e che per i primi 20 giri sarebbe stato difficile seguirlo, ma sono riuscito ad essere a un secondo dietro di lui. Ho visto che Dani era lontano e poi quando rimanevano sei o sette giri, l’ho raggiunto e ho iniziato a pensare alle altre gare e mi sono ricordato di Indianapolis, ho iniziato a spingere quando rimanevano due o tre giri, perciò ho deciso di provare a fare lo stesso. Poi ero davvero vicino, mancavano quattro giri e ho pensato di attaccare ma c’erano delle bandiere gialle nel posto dove ero più vicino perchè in accelerazione perdevo molto. Mi sono detto di aspettare fino al giro seguente e poi Dani è arrivato e mi ha passato, mi ha sorpreso. Però è andato largo ed era fuori dalla linea, ho cercato di stare all’interno per attaccare Jorge ancora perchè in quella situazione abbiamo perso mezzo secondo“.

Riflettendo sull’ultimo giro, Marc Marquez ha detto che è rimasto deluso di non finire il campionato con una vittoria e ha ammesso che deve migliorare con la Honda nel 2016 per lottare ancora per il titolo.

“Nell’ultimo giro, ho cercato di spingere al limite e nell’ultima curva ero vicino ma non abbastanza da poter vincere la gara, perciò sono deluso di non aver vinto l’ultima gara ma alla fine siamo sul podio, per la prossima stagione dobbiamo migliorare. E’ stata una stagione difficile e abbiamo fatto degli errori che dobbiamo evitare il prossimo anno. Quest’ultima gara non è stata facile per questa situazione e anche perchè durante la stagione sono caduto sei volte, perciò mi sono detto che dovevo finire la gara, non potevo cadere ancora e per questo motivo era difficile prendersi dei rischi. Alla fine, abbiamo concluso lontani dal top ma proveremo l’anno prossimo a lottare ancora per il titolo“.

  •   
  •  
  •  
  •