MotoGP, Lorenzo punzecchia Rossi: “Era la sua ultima occasione”

Pubblicato il autore: Niccolò Di Francesco Segui

lorenzo
“Questa era l’ultima occasione per Rossi per vincere un Mondiale”. Parola di Jorge Lorenzo. Nel day after del GP di Valencia, che ha visto il centauro maiorchino della Yamaha conquistare il suo terzo titolo iridato nella MotoGP, il quinto della sua carriera nel Motomondiale, gli animi non si placano. Jorge Lorenzo, infatti, conversando con i giornalisti spagnoli ha voluto dire la sua in merito alla delusione di Valentino Rossi per non essere riuscito a conquistare il titolo Mondiale nella classe regina. E le sue parole non sono certamente al miele per il compagno di scuderia e avversario. “Deve essere frustrante rendersi conto di non avere la velocità necessaria per vincere più gare e arrivare a Valencia con un vantaggio più consistente”, dichiara Lorenzo, il quale aggiunge: “Se avesse avuto la velocità mia o di Marc Marquez e avesse vinto più GP nessuna controversia e polemica ci sarebbe stata“.

Secondo Lorenzo, dunque, i sospetti che Rossi, i tifosi del Dottore e non solo, avrebbero nei confronti di Marc Marquez per la sua presunta condotta antisportiva non avrebbero luogo di esistere se solo Rossi fosse stato in grado di battere entrambi in pista. Il maiorchino, infatti, aggiunge: “Con un po’ più di consistenza, velocità e senza i fatti di Sepang, sarebbe arrivato a Valencia con un buon margine e avrebbe vinto agevolmente. Non è andata così e ha perso l’opportunità della conquista del 10° titolo. E’ dura da accettare“. Una delusione, quella di Valentino Rossi, che difficilmente il pesarese smaltirà facilmente perché secondo Lorenzo “nessuno conosce il futuro, ma probabilmente per Rossi questa era l’ultima occasione per vincere un Mondiale”. Nonostante le dichiarazioni al vetriolo, Lorenzo pensa che il rapporto con Rossi non sarà un problema per la prossima stagione. “Sono sicuro che le cose miglioreranno e ci sarà rispetto reciproco” ha dichiarato il maiorchino. In attesa delle prove di martedì, che danno il via a una nuova e appassionante stagione, i botta e risposta tra i due piloti della Yamaha non si fermano. Bisogna prepararsi a un nuovo campionato di veleni, sospetti e accuse? Speriamo di no, ma le premesse non sono di certo buone.

  •   
  •  
  •  
  •