MotoGP, nel mirino di Valentino Rossi ora c’è Espargaro

Pubblicato il autore: Jessica C

ASSEN, NETHERLANDS - JUNE 26: Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP and Aleix Espargaro of Spain and Team Suzuki MotoGP (R) round the bend during the MotoGP Netherlands - Qualifying at TT Assen Circuit on June 26, 2015 in Assen, Netherlands. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Sembra non volersi chiudere il capitolo 2015. A pochi giorni dalla gara dove ha perso il titolo mondiale MotoGp, ora Valentino Rossi fa una nuova accusa.
Il “colpevole” sarebbe Aleix Espargaro, reo di aver ostacolato, a detta del Dottore la sua rimonta. Già dopo la gara di Aragòn, il Dottore era andato nel box Repsol a chiedere spiegazioni a Pedrosa per la sua combattività in pista (Dani era arrivato davanti a Rossi).
Dopo la gara di Valencia, Rossi si è recato nel box Suzuki dove ha incontrato Davide Brivio, attualmente manager e capo della squadra, chiedendo delucidazioni sul comportamento in pista di Aleix.

Il pilota spagnolo si difende in questo modo:

Il vincitore giusto è Jorge, per quanto avesse potuto aiutarmi Marquez, non avrei vinto la gara. Vale è andato dritto in una curva e io non avevo intenzione di frenare, è la cosa più giusta che si può fare. Mi ricorda molto la frase di Guardiola (tecnico del Bayern Monaco, ndr): “Il modo migliore di rispettare il tuo rivale è di fare quello che sai fare bene”, continuare ad attaccare e guidare al massimo. E’ quello che ho fatto e che avrebbero dovuto farlo tutti“.

Ormai quel che è fatto è fatto, non si può tornare indietro. Non è escluso che Valentino Rossi possa far valere le sue ragioni, chiedendo un risarcimento. Si parlerebbe di decine di milioni di euro…

  •   
  •  
  •  
  •