Test MotoGP, le impressioni di Rossi e Marquez sul software ECU non sono positive

Pubblicato il autore: Jessica C

VALENCIA, SPAIN - NOVEMBER 12: Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team (with the new bike and new helmet) heads down a straight during the MotoGP Tests in Valencia - Day 2 at Ricardo Tormo Circuit on November 12, 2013 in Valencia, Spain. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Valentino Rossi e Marc Marquez potranno essere in conflitto ma entrambi concordano nel descrivere il nuovo software ECU che hanno iniziato a testare ieri nella prima giornata dei Test MotoGP. Il primo a parlare è stato Rossi che ha registrato il 12esimo tempo a fine giornata, a quasi 9 decimi da Marquez, il più veloce.

“Ho provato la nuova elettronica per il prossimo anno e ci sarà un grosso problema. Voglio dire, è come fare un salto nel passato. Come nel 2008-2009″

GRA183. CHESTE (VALENCIA), 10/11/2015. El piloto italiano del Movistar - Yamaha, Valentino Rossi, rueda en la pista del Circuito Ricardo tormo en Cheste (Valencia), en la primera jornada de entrenamientos que se celebran en el EFE/Manuel Bruque

Ma la moto è più divertente da guidare?

Per me no -ha continuato il Dottore- perchè alla fine, se la moto è ad un livello massimo, è meglio per me. Questo è chiaramente un passo indietro. All’inizio ti arrabbi mentre guidi perchè pensi: “C***! Non funziona!”, ma dall’altro lato può essere positivo per la gara. Perchè sarà difficile fare sempre lo stesso tempo sul giro. La moto è più difficile da guidare, perciò può essere meglio per la battaglia durante la gara, può essere divertente per questo aspetto”.

Pochi minuti dopo, nell’ hospitality Repsol Honda, Marquez dichiarava:

“Abbiamo iniziato con la moto 2015, poi abbiamo provato il nuovo software. Abbiamo lavorato per parecchio tempo e dovremo ancora perderci del tempo perchè sembra che abbiamo fatto un passo indietro, è più difficile arrivare allo stesso livello di prima. Stiamo lavorando specialmente sulla parte dell’ accelerazione, il traction control, l’erogazione, sono punti su cui dobbiamo migliorare. La connessione con il gas. Poi negli ultimi giri, abbiamo provato il motore 2016. Onestamente è stato difficile avere subito un riscontro perchè c’è ancora da sistemare il software elettronico“.

Dato che Marquez aveva già lamentato l’aggressività del motore 2015, un software così complicato potrebbe essere un problema?

Si, con meno elettronica sicuramente, se hai un motore aggressivo ottieni più tagli in termini di potenza e sembra che questa elettronica lavori un pò più lenta. I tagli arrivano dopo e più grandi perciò dobbiamo sistemare tutto al meglio. Alla fine i pneumatici sono gli stessi per tutti, non saranno un grosso problema. Anzi penso che la Michelin stia facendo un grande lavoro. Dall’altro lato, è solo la prima volta che proviamo l’elettonica nuova e sappiamo che ci va tempo per abituarci. Ho rischiato di fare un highside alla curva 13 ma posso dire che la nuova elettronica è sicura“.  Questa sera si concluderanno i primi Test MotoGP.

  •   
  •  
  •  
  •