Test MotoGP, “Motore troppo aggressivo” per Marquez

Pubblicato il autore: Jessica C

PA1833194.0008Marc Marquez è riuscito a dare una prima valutazione del motore Honda 2016 dopo il quarto giorno di test MotoGP e ha dichiarato che nonostante ci siano delle caratteristiche che lo differenziano dal 2016, l’ erogazione di potenza è troppo aggressiva. Per la prima volta la Honda è passata all’elettronica Magneti Marelli un pacchetto completamente nuovo e per questo motivo sia Marquez che Dani Pedrosa non sono ancora riusciti a capire perfettamente il funzionamento del motore. 

“Oggi ho guidato tutto il giorno con la Magneti Marelli, non ho provato il software Honda. Ho provato entrambi i motori ma in particolare sul nuovo. Perchè credo che lavorare solo sulla nuova elettronica richieda troppo tempo e ho visto che con il motore 2015 e 2016, abbiamo bisogno di una mappatura completamente differente. E’ un carattere diverso, perciò ci concentriamo solo sul nuovo”.

Mercoledì Marquez ha menzionato che ha avuto un pò paura in alcuni momenti con il pneumatico anteriore Michelin nelle curve più veloci. Avendo visto cadute come quelle di Michele Pirro ed Eugene Laverty, il pilota spagnolo è rimasto cauto nelle diverse curve ampie che caratterizzano il circuito di Jerez.

“Stiamo faticando, il pneumatico anteriore è ancora difficile da capire ma la Michelin qui sta lavorando e credo che miglioreremo. Ma sappiamo che con l’ elettronica, questo è quello che abbiamo perciò dobbiamo lavorare su questo. Al momento se la gomma è nuova puoi sistemare ma il cambio è abbastanza aggressivo in accelerazione, l’impennamento arriva troppo in alcuni giri e meno in altri; non c’è costanza ma stiamo lavorando per cercare di essere più performanti nell’ uscita di curva con il gas, e questo sarà migliore per l’accelerazione. Quando pensi di aver trovato il limite stai per cadere. Oggi è andata un pò meglio, perchè abbiamo lavorato con il setup. Ma ci sono ancora troppe cadute, oggi Pirro e Laverty nelle curve veloci”.

(Nel pomeriggio anche Marc Marquez è stato protagonista di una caduta durante i test MotoGP, un high side che per fortuna non ha portato conseguenze).

“Siamo molto cauti perchè nelle curve lente, cerchi di spingere sempre di più dato che sei a 60,80 km/h, se cadi lo fai piano. Ma nelle curve veloci, devi fare attenzione a volte perdi il davanti e non sai perchè“.

 

  •   
  •  
  •  
  •