Test MotoGP: Pedrosa alle prese con il nuovo motore

Pubblicato il autore: Jessica C

1448280267Sono iniziati ieri i test Honda, Suzuki e Ducati sul circuito di Jerez de la Frontera. Dani Pedrosa ha dichiarato che la sua priorità al momento è capire e migliorare il motore 2016. A causa dell’intervento all’avambraccio, lo spagnolo non ha corso su questo tracciato e perciò il pilota e la squadra hanno un pò “giocato” con il setting in modo da riacquistare fiducia con il motore, qualcosa di necessario per concentrarsi poi esclusivamente sul nuovo pacchetto elettronico e sui nuovi pneumatici Michelin.

Dani è stato protagonista di una caduta ieri durante i test MotoGP, fortunatamente senza conseguenze.

“Inizialmente avevo bisogno di tempo perchè la mia mente era ancora alle Bridgestone, inoltre non usavo la moto da molto in questa pista. Anche i motori erano diversi perciò confrontavo una moto con l’altra insieme ai dati. Nello stesso tempo lavoravo sul setting, cosa che non facevo dall’ultima gara. E’ stato un pò difficile anche perchè avevamo bisogno di aspettare per avere la giusta temperatura in pista. Non abbiamo ancora lavorato sull’elettronica ma ci siamo concentrati solo sul motore. Abbiamo bisogno di sistemare innanzitutto il feeling, poi possiamo andare più a fondo grazie all’aiuto che riceviamo dall’elettronica”.

“Il livello di potenziale è un pò diverso. Stiamo cercando di ottenere più grip. La nostra moto si muove sempre in frenata. E’ un punto che stiamo cercando di migliorare. Al momento non abbiamo ancora trovato una buona soluzione per l’uscita in curva”.

Dopo i primi test MotoGP a Valencia, Pedrosa, come altri piloti aveva lamentato dei problemi con la nuova elettronica, in particolare una mancanza di costanza in tutte le aree della pista:

“Sicuramente, dobbiamo lavorare per migliorare questo aspetto. Ora ci stiamo un pò giocando. Speriamo che con il lavoro di questi giorni avremo informazioni più chiare. Con il motore 2015 sapevamo tutto, il potenziale e in che modo funzionava; con il nuovo no. Dobbiamo sistemare molte cose“.

In merito alle gomme Michelin, lo spagnolo ha aggiunto che non ha ricevuto nessun segnale prima della caduta:

Nessun avvertimento, fino a quando non sono caduto ma devo dire che stavo girando un pò troppo forte in quel momento. Inoltre stavo cambiando moto quindi è probabile che non avevo fiducia.”

  •   
  •  
  •  
  •