MotoGP 2015: i momenti “no” del campionato

Pubblicato il autore: Jessica C

gp-australia-2015-motogp-phillip-island-4
Dopo aver parlato dei momenti top della MotoGP 2015, dedichiamo questo articolo all’ altro lato della medaglia, i momenti negativi di questo campionato.

Il finale amaro
Sembrava un perfetto copione scritto dal più bravo sceneggiatore di Hollywood, invece era tutto reale. I tifosi hanno sperato in un duello fino all’ ultimo tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, uno di quelli che non si vedeva dai tempi di Colin Edwards e Troy Bayliss in Superbike. Ma non è stato così, la gara di Valencia, caratterizzata da penalità, silenzi stampa, conferenze separate, frecciate a distanza è stato un brutto capitolo del nostro sport.La scommessa persa: Marco Melandri
Dopo aver vinto un mondiale in 250 con altrettante vittorie in MotoGP e in Superbike dove più volte è stato favorito per il titolo, il ritorno di Marco Melandri è stato ben visto da molti ma forse non dallo stesso pilota che non ha creduto abbastanza in sè stesso e nel progetto Aprilia. Dopo otto gare difficili, il ravennate ha lasciato il campionato dopo la gara di Assen, senza aver totalizzato nemmeno un punto.

Il problema della RC213V
Dopo un dominio assoluto di due anni, la Honda quest’anno ha riscontrato un problema che ha causato inevitabilmente la perdita del mondiale di Marc Marquez. Già dai test invernali lo spagnolo non si sentiva a suo agio e infatti l’ inizio del campionato è stato caratterizzato da molteplici errori con conseguenti cadute per un problema alla gomma posteriore, dato dal motore. Tuttavia il problema è stato risolto utilizzando il telaio dell’ anno scorso. Forse il  mondiale poteva ancora prendere una direzione diversa se non fosse stato per la caparbietà di Marc nel non accontentarsi di un quarto o di un quinto posto. Tutto sommato i due piloti Honda hanno ottenuto 7 vittorie (5 di Marquez e 2 di Pedrosa).

Il terremoto nel team Forward
Stefan Bradl ha fatto le valigie ed è approdato in Aprilia, ma fortunatamente il team ha trovato gli aiuti necessari per ritornare a Brno.
Non è ancora sicuro se ci sarà il team in MotoGP, mentre è confermata sia la squadra in Moto2 (dove vedremo Luca Marini) che in Superbike e in Supersport dove inizierà una nuova collaborazione con MV Augusta.

L’infortunio di Alex De Angelis
Quest’anno fortunatamente gli infortuni sono stati pochi nel motomondiale ma uno su tutti ha destato tanta preoccupazione: Alex De Angelis ha riscontrato numerose fratture alle vertebre, una commozione cerebrale dopo un impatto contro i guard rails durante le prove libere del gran premio di Motegi. Alex ha trascorso due settimane in terapia intensiva ma ora sta già recuperando e vuole essere in griglia per il 2016.

Indianapolis fuori dal calendario

Sembra che la MotoGP non ritornerà sul bellissimo circuito di Indianapolis la prossima stagione. L’evento infatti è stato rimosso dal calendario nonostante gli sforzi per riasfaltare il circuito.

  •   
  •  
  •  
  •