MotoGP, Valentino Rossi: “Marquez ha deciso prima”

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

2016-valentino-rossi-yamaha-m1-8Valentino Rossi ha ritrovato il sorriso, dopo la delusione per il mondiale perso, lunedì scorso, durante la presentazione Yamaha era sorridente e motivato per l’ inizio della nuova stagione. Sarà molto difficile ripetere un campionato come quello del 2015 ma il Dottore non vuole darsi per vinto e cercherà di partire subito competitivo fin dalla prima gara. Anche se gli avversari saranno tosti, in particolare un certo Marc Marquez con il quale Valentino ha un conto in sospeso.

Il nove volte campione del mondo non ci sta con le accuse secondo le quali avrebbe innescato tutto a partire da quella conferenza stampa a Sepang, dove aveva dato pubblicamente prove, con tanto di fogli alla mano che lo spagnolo stava complottando contro di lui per non fargli vincere il decimo titolo mondiale.

“Non sono d’accordo con quelli che dicono che Marquez ha fatto tutto contro di me dopo la conferenza stampa. Aveva già deciso di fare il possibile affinchè non vincessi il titolo“.

Dopo quelle dichiarazioni però Marquez non è stato zitto a guardare e a Sepang ha voluto fare la sua gara. E’ vero, doveva difendere il terzo posto in campionato ma quell’ episodio con Valentino Rossi ha gettato ancora di più benzina sul fuoco.

Poi arriva Valencia, Rossi a fine gara dichiara che il comportamento dello spagnolo, intento ad aiutare Jorge Lorenzo a vincere il mondiale è stato imbarazzante. Il Cabroncito, offeso da tali accuse disse: “Se volevo aiutarlo stavo dieci secondi dietro e non prendevo nessun rischio. Mi sento offeso quando ti dicono che non hai provato a vincere.
Non c’è stato nessun tentativo di sorpasso però, e non è da Marquez. Anzi, quando ha provato a intromettersi nella bagarre Pedrosa è stato a sua volta ripassato in modo aggressivo dal suo compagno di squadra…

Ci sono ancora tanti interrogativi ai quali forse non saranno mai date risposte. Rossi e Lorenzo lunedì si sono stretti la mano, e con Marquez?

“Per fortuna non è in squadra con me”, ha sentenziato il Dottore. E’ probabile quindi che quel gesto più che dalla testa sia stato dettato dai piani alti ai fini di dare un’ immagine pacifica all’ interno del team.

Lo spettacolo sta per iniziare, mancano due mesi all’ inizio del campionato e le aspettative non deluderanno affatto.

  •   
  •  
  •  
  •