Nakamoto su Rossi: “Ha bisogno di un rivale”

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo Segui

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Nakamoto su Rossi: “Non è un Dio”

Nakamoto su RossiA margine della Dakar 2016, parla Shuhei Nakamoto, vicepresidente Honda e presente con la squadra nella missione Sudamericana. Dopo il ritorno di Honda nel mondo Rally nel 21013, dopo 23 anni di assenza, quest’anno HRC punta a vincere: “Il progetto Dakar è secondo solo alla MotoGP. Abbiamo lavorato molto sull’ affidabilità a livello di telaio, motore e sistema elettrico per interrompere il dominio KTM. Non abbiamo introdotto grosse novità. E’ stata importante la ridefinizione della squadra che conta su due piloti di punta, Joan Barreda e Paulo Goncalves. Barreda è come Marquez, molto veloce, ma non sempre regolare. A volte è caduto quando stava andando molto forte”. La stagione 2015 non è finita nel migliore dei modi con la querelle Velentino-Marquez, e Nakamoto su Rossi parla così: “Tutta quella vicenda forse ci ha danneggiato. Il fatto è che Valentino ha detto delle cose e più del 50% degli appassionati ci ha creduto. Se parla per danneggiarci noi non possiamo farci nulla. Nella sua carriera ha sempre avuto bisogno di rivali, da Biaggi a Marc, da Gibernau a Stoner. E’ fatto così, ma anche questo mi piace di lui. Dimostra che è normale, non è un Dio”. La stagione 2016 si preannuncia, quindi, incandescente: “Mi aspetto una lotta pulita in pista. Con le vacanze Marc ha fatto un reset e spero abbia fatto lo stesso Valentino. A Sepang hanno sbagliato entrambi, ma non penso che Marc abbia portato avanti una sua battaglia personale”.

  •   
  •  
  •  
  •