Test MotoGP, Marquez soddisfatto ma non troppo

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

marc_marquez_day2_phillipisland_test_2016-630x415Marc Marquez non vuole sbilanciarsi più di tanto dopo i primi test MotoGP. Anche se oggi ha concluso la giornata al secondo posto, lo spagnolo ha evidenziato che ci sono ancora dei punti deboli. L’elettronica a suo dire è migliorata, dopo che in Malesia aveva dichiarato addirittura di sentirsi “completamente perso”. Oggi non è stato quasi mai al di fuori della top 3 nonostante la struttura del circuito di Philip Island, caratterizzato da molte curve veloci, richieda abilità delle marce basse, un punto a sfavore della Honda.

“So che siamo a buon punto e stiamo lavorando sodo. Abbiamo fatto un passo avanti con l’elettronica. Voglio dire, ora abbiamo una buona base sulla quale iniziare a lavorare perchè in Malesia eravamo completamente persi. La Honda ha fatto un buon lavoro ma non è ancora sufficiente. Questo circuito è fantastico, dobbiamo fare attenzione perchè ci sono curve da terza e quarta, ad alta velocità. Il motore qui sembra ok. Ci sono problemi nelle curve strette che necessitano di forti accelerazioni come in Malesia, ma qui non ci sono quelle curve”.

 

L’anno scorso proprio a Philip Island c’è stata la gara più bella del campionato, una lotta impari tra Rossi, Marquez, Iannone e Lorenzo, terminata con la vittoria dello spagnolo della Honda. Da quella gara, si è innescata la miccia che poi è esplosa nella gara della Malesiacon Valentino Rossi che ha accusato lo stesso Marquez di complottare contro di lui per il campionato.

“L’anno scorso non abbiamo avuto problemi e dobbiamo fare attenzione a questi piccoli dettagli perchè forse arriveremo in Qatar e quello che proviamo qui, non funzionerà là. Al momento, il problema maggiore è il bilanciamento nel setup del telaio. Con le gomme Michelin abbiamo più grip, è più difficile scivolare. Ma con le Bridgestone per me era più facile con queste curve per trovare la giusta linea. Credo che con il bilanciamento della moto, possiamo migliorare e sistemare il problema”.

fonte: crash.net

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •