Test MotoGP, Rossi: “Ho fatto più lavoro di Lorenzo”

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

46-rossi__gp_4285_0.middleUltimo giorno di test MotoGP che si conclude con le Yamaha Movistar di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi al comando.
Ma al Dottore non va giù il fatto che soltanto il suo compagno di squadra si prenda le lodi per il buon risultato.
Vale ha girato oggi in 2.00.556, a nove decimi di ritardo dal maiorchino:

“Ci siamo sentiti subito bene con i pneumatici e con la moto, siamo arrivati al limite. Ho lavorato più sodo rispetto a Lorenzo, ho fatto più giri mentre lui si è concentrato sulla performance. Comunque il suo tempo sul giro ha impressionato tutti. Noi siamo indietro perciò dobbiamo capire il modo per avvicinarci. Lui è molto bravo in tutto, frena forte, entra nelle curve molto velocemente e riesce a guidare con una buona velocità in curva. Al momento lui è in perfetta forma e guida la moto molto bene. Per quanto riguarda i pneumatici siamo più vicini ma ci sono molti punti di vista, il feeling è molto simile a quello dell’anno scorso. La gomma posteriore va un pò meglio mentre l’anteriore è peggiore rispetto alle Bridgestone. Tutto dipende dalla distribuzione dei pesi della moto e il modo in cui fai lavorare la gomma, è un punto molto importante da capire”

Tutte queste novità nei test MotoGP hanno fatto venire voglia di rimettersi in gioco al Dottore che non ha nessuna intenzione di appendere il casco al chiodo:
“E’ un piacere essere in top e questo è il mio target perchè come nel 2014, i test e la prima battaglia della stagione per me saranno cruciali per capire se ho ancora del potenziale per continuare. E’ bello chiudere i test in seconda posizione qui e voglio continuare ma solo se riuscirò a competere per le posizioni più importanti. Sono molto contento dei test e del fatto che abbiamo lavorato bene, provando diverso materiale. Credo che possiamo dare buone informazioni per migliorare la moto. Ci sarà da lavorare molto e il punto interrogativo che rimane è quello della moto, la proveremo ancora a Philip Island perchè alla fine non è così male quella nuova. A parte questo, Yamaha ha fatto un ottimo lavoro sull’ elettronica e la Michelin con l’anteriore“.

Uno dei rivali storici di Valentino è Casey Stoner che in questi giorni di test MotoGP ha impressionato tutti, chiudendo in quinta posizione davanti ai top riders come Pedrosa e i due piloti Ducati, Iannone e Dovizioso. A Rossi è stato chiesto se è stata una situazione imbarazzante per quei piloti che sono rimasti dietro ma il nove volte campione del mondo si è limitato a rispondere con un “Non lo so”, per poi aggiungere: “Prima di tutto è molto bello vedere giri veloci con Lorenzo, Rossi, Marquez, Stoner, Pedrosa perchè è interessante per il campionato. Il livello è già alto, Stoner ha ancora più potenziale da mostrare ma è stato molto veloce“.

Nella Yamaha YZR-M1 sono state installate le famose alette per aiutare l’ aerodinamica ma Rossi non ha riscontrato notevoli vantaggi:
“Le ho provate, è interessante ma non ho sentito differenze particolari e preferisco la moto senza alette”.

fonte: crash.net

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Valentino Rossi, Carlo Pernat ironizza: "Lo chiamerei Bostik"