Marco Melandri senza scuderia: carriera già finita?

Pubblicato il autore: Andrea Sciotti Segui

marco melandriMarco Melandri è senza scuderia. 22 vittorie, 62 podi, un titolo mondiale 250 nel 2002 e un secondo posto in MotoGp dietro a Valentino Rossi nel 2005. Ma si sa, nello sport non conta la tua storia. Contano i risultati, i tuoi ultimi risultati. E l’ultima stagione di Melandri in Superbike con l’Aprilia è stata deludente, per alcuni addirittura fallimentare. Macio è pur sempre il pilota italiano con più vittorie, 19, in Superbike dietro solo a Max Biaggi che ne ha 21.
Forse è proprio per questo che il suo manager Vergani ha scritto una lettera alla Dorna, l’organizzatrice del mondiale Superbike, ricordando come in passato si siano “salvati” alcuni piloti sul viale del tramonto garantendogli una scuderia. Perché con Melandri non è stato fatto? Un accusa forte quindi.

Il 2008 di Melandri

Il talento di Macio Melandri è puro, impossibile negarlo. Forse però è mancato nei momenti decisivi della sua carriera. Quei bivi che ti lanciano come superstar o ti mantengono nell’alveo dei tanti bravi piloti che combattono nella pancia del gruppo. E purtroppo proprio questo è successo nel 2008 quando, in Ducati, non riuscì a compiere o nemmeno ad avvicinare le imprese del compagno di scuderia Casey Stoner. Col senno del poi indubbiamente una sfida impossibile in quanto solo il pilota australiano era in grado di valorizzare e domare la rossa.

Ritirarsi o aspettare una nuova possibilità?

La delusione per il corridore di Ravenna ora è sicuramente grande come ha testimoniato lo stesso in un’intervista alla Virgin Radio: “Non ho visto la prima gara (di Superbike ndr), sono deluso, non guardo, non leggo, non seguo nessun pilota, più nulla”. Ma la speranza di poter tornare in sella ad un bolide non manca di certo: “Se dovessi trovare una soluzione interessante, io sono pronto. La voglia di correre ce l’ho. Tra un paio di mesi ci saranno novità importanti. Seguitemi che le capirete”. Quindi la soluzione del ritiro non sembra essere presa in considerazione da Melandri, che infatti continua ad allenarsi in motocross a Ravenna. Insomma come cantava il grande Rino Gaetano, chi vivrà vedrà. Ma siamo certi che un combattente come Marco non mollerà tanto facilmente il suo sogno.

  •   
  •  
  •  
  •