Moto2: ecco perchè Morbidelli è stato penalizzato in ritardo

Pubblicato il autore: [email protected] Segui

509989_640x360Dopo la gara strana della Moto2 in Qatar, caratterizzata da molte partenze anticipate cui sono seguiti vari ride through durante la gara e la penalità di 20 secondi a Franco Morbidelli data solo all’ ultimo giro quando era in lotta per la vittoria, il direttore della Race Direction, Mike Webb, ha spiegato a Crash.net perchè le penalità non sono state date subito. C’è stato un problema tecnico con la telecamera e per questo motivo alcune immagini non sono state riprese correttamente. Questo non riguardava tutti i piloti, ecco perchè sei penalità sono state date subito mentre quelle di Morbidelli e Cortese non hanno ricevuto la conferma ufficiale e per aggiustare il sistema è stato richiesto tempo. Il ride through deve essere immediatamente assegnato prima della fine del quarto giro ecco perchè ai due piloti sono stati dati i 20 secondi.
“Ci rendiamo conto che i 20 secondi non rispecchiano accuratamente il ride through in ogni circuito, ecco perchè abbiamo chiesto alla GP Commission di riguardare questa regola”.

Tuttavia anche dalla tv si vedeva chiaramente la partenza anticipata di Franco Morbidelli, ma Webb ha spiegato che serve un’ inquadratura molto precisa prima di prendere una decisione:

“E’ richiesta l’ evidenza perfetta ecco perchè abbiamo una telecamera che punta su ogni pilota e che è collegata con la luce rossa. Questo permette di individuare il movimento del pilota prima che venga esposta la luce rossa. Le TV mostra le moto ma non le luci rosse nello stesso schermo per ogni moto, perciò anche se dalla tv sembra che la partenza sia anticipata non c’è la conferma della telecamera che dichiara se la moto si è mossa prima degli altri”.

Si parla di”jump start” quando c’è un movimento in avanti nel momento in cui viene esposta la luce rossa. La decisione è irremovibile fatta eccezione nel caso in cui il pilota si muove di poco quando le luci sono accese ma si ferma subito quando si spengono. In questo caso, guardiamo di quanto si è mosso il pilota e in quale posizione si trovava al momento della partenza. Tutte le partenze anticipate del Qatar durante la gara di Moto2 sono state date per il fatto che il pilota si è mosso quando le luci rosse si sono spente“.

  •   
  •  
  •  
  •