MotoGP, altri guai per Ezpeleta: chiesto l’arresto

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

gettyimages-516381704-630x415Dalla fine del mondiale 2015 i guai per Carmelo Ezpeleta sembrano non finire. Dopo le accuse di complotto con Marc Marquez e Jorge Lorenzo ai danni di Valentino Rossi, il presunto depotenziamento da capo Dorna e la denuncia di evasione fiscale, ora sembrerebbe che un sindacato, Manos Limpias (mani pulite) si sia costituito come parte civile nel processo che vede appunto imputato Carmelo Ezpeleta e un suo socio. Si parla di amministrazione fraudolenta e di un’evasione che si aggirerebbe intorno ai 70 milioni di euro. Nel mese scorso, il capo di Dorna ha pagato 3,9 milioni di euro di multa per il mancato versamento di tributi, nel biennio del 2003 e 2004, che si aggiravano intorno ai 25 milioni di euro.
Ecco allora la richiesta del sindacato spagnolo di arrestare il boss Dorna poichè vi sarebbe il pericolo della reiterazione del reato oltre al pericolo di fuga.

Come si difende il diretto interessato? Attraverso un comunicato stampa di Dorna, il capo della Dorna si giustifica sostenendo di avere agito legalmente. Vi riportiamo i sei punti del comunicato:

  •   
  •  
  •  
  •