MotoGP Argentina, Marquez e Lorenzo preoccupati per la loro sicurezza

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

lorenzo_qatarMotoGP Argentina: i due spagnoli preoccupati per la reazione delle tifoserie di Rossi.

Che l’Argentina fosse territorio di Valentino Rossi, ne erano già a conoscenza Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Tuttavia dopo i fatti di Sepang e Valencia, i tifosi del Dottore da mesi minacciano vendetta, a cominciare dagli sfottò nei social, sui profili ufficiali dei piloti e come si è visto anche in Qatar con fischi e insulti sotto il podio durante la premiazione a Lorenzo e Marquez.
Chi pensava che con il tempo l’odio si sarebbe placato deve ricredersi, ecco perchè alla vigilia del gran premio di Argentina, Marc e Jorge sarebbero preoccupati per la loro sicurezza.
E’ impensabile tutto ciò perchè fa ritornare alla mente quello che ha dovuto sopportare il compianto Marco Simoncelli che ricevette una lettera minatoria con dei proiettili. Era intervenuta una scorta per proteggere Marco, poichè l’ imbecille che mandò la lettera aveva espressamente detto di vendicarsi sulla griglia di partenza.
Dopo il tragico incidente che è costato la vita al SIC, si ritorna a minacciare ed insultare persone che nemmeno si conoscono. Come se a Marquez, Lorenzo e Rossi interessasse sapere che al di là di uno schermo ci sono “tifosi” che dal mattino alla sera non fanno altro che insultarsi a vicenda per difendere i propri idoli.
Davvero si è arrivati a questo punto?

Leggi anche:  Valentino Rossi di nuovo in sella: si dà alla motocross

Sono state create delle pagine argentine su Facebook dove si è unito un buon numero di tifosi di Rossi con l’ intento di vendicare il torto subito dal loro beniamino. A Valencia, nell’ ultima gara del 2015 si era intensificata la sicurezza attorno al box è all’ hospitality Honda e gran parte dei vigilanti erano concentrati su Marquez. Per l’ Argentina, secondo quanto confermato da Dorna al quotidiano Marca, non è previsto di aumentare la sicurezza degli anni precedenti. In Honda c’è molta preoccupazione e nel caso in cui avvertano il peggioramento della situazione, chiederanno l’ intervento degli organizzatori. Lorenzo alloggia nell’ Hotel vicino al circuito e non vuole uscire se non strettamente necessario, vale a dire per recarsi in pista e all’aeroporto.E pensare che fino a poco tempo fa si diceva che queste cose succedevano solo negli stadi…

  •   
  •  
  •  
  •