MotoGP, Jorge Lorenzo vuole restare calmo

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

motogp-qatar-gp-2016-jorge-lorenzo-movistar-yamaha-motogpDopo la vittoria in Qatar, il campione del mondo Jorge Lorenzo, ha dichiarato che in Argentina manterrà i piedi per terra nonostante il brillante inizio di stagione. Il maiorchino è stato davanti a tutti per quattro giorni su nove dei test pre stagionali, poi ha vinto la gara di apertura del mondiale in Qatar dove partiva dalla pole position, registrando anche il giro più veloce della gara.
Ma in Argentina le carte si mescoleranno dal momento che i piloti non sanno cosa aspettarsi dal nuovo software ECU e dalle gomme Michelin su questo tracciato. Nel 2014 ha concluso in terza posizione mentre l’anno scorso, bloccato dalla bronchite non ha fatto meglio del quinto posto.
“Dopo la vittoria in Qatar e con il buon feeling sulla pista, non vedo l’ora di correre su un circuito dove negli anni passati ho faticato parecchio. Abbiamo iniziato il campionato in modo perfetto ma dobbiamo ancora capire quale sarà il comportamento della nostra moto nei differenti tracciati. Voglio controllare se la moto con questa elettronica e con le gomme nuove, lavorerà bene dappertutto. Tuttavia, iniziare la stagione con una vittoria è il modo giusto per prendere confidenza e lavorare ancora più sodo per cercare di lottare per la vittoria anche qui”.

Jorge Lorenzo non ha ancora firmato il contratto con Yamaha anche se le sue intenzioni sembrano essere chiare: restare per vincere più titoli di Rossi. Il clima all’interno del box è gelido, lo si è visto dalla scaramuccia nata durante le qualifiche del Qatar tra Rossi e Lorenzo. Il maiorchino avrebbe rallentato il giro del compagno di squadra, ne è nato un battibecco che è sfociato poi in diverse frecciate che i due si sono mandati. Secondo Lorenzo, Valentino ha firmato con Yamaha poichè non aveva altre alternative. Per il nove volte campione del mondo, è probabile che Jorge resti in Yamaha e che non vada in Ducati e non c’è andato leggero: “Per cambiare moto servono gli attributi, quindi Lorenzo resta in Yamaha”.

Non è da escludere che lo spagnolo possa comunque pensare di lasciare la casa giapponese, dal momento che Ducati, oltre ad un contratto da capogiro, potrebbe dare a Lorenzo una moto competitiva.

  •   
  •  
  •  
  •