MotoGP: svelata la super offerta di Ducati a Jorge Lorenzo

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

news-lorenzo-diario-de-mallorca-20131216Giacomo Agostini qualche giorno fa aveva dichiarato che Audi,  propietaria di Ducati, vuole Jorge Lorenzo, costi quel che costi. Il maiorchino non ha ancora deciso quale sarà il suo futuro a partire dal prossimo anno e secondo quanto svelato dal 15 volte campione del mondo, il gruppo tedesco avrebbe presentato una super offerta a Lorenzo che Yamaha avrebbe difficoltà anche solo ad eguagliare. La cifra non ha tardato ad essere pubblicata dai media anche se manca la conferma ufficiale. Secondo le voci dal paddock la cifra che Audi offre a Lorenzo si aggira intorno ai 12 milioni di euro netti per stagione. Questo vale a dire che fino al 2018, Jorge Lorenzo avrebbe un contratto di 24 milioni di euro. Il guadagno attuale del campione del mondo in Yamaha è di 7 milioni di euro anche se pare che pur di tenersi lo spagnolo, la casa giapponese sarebbe disposta ad aumentare fino a 10 milioni.

Indipendentemente da quale sarà la decisione definitiva, Jorge Lorenzo diventerebbe uno dei piloti più pagati in MotoGP, perfino più di Valentino Rossi. Il Dottore infatti dai 9/10 milioni a stagione, ora dopo il rinnovo ne guadagnerebbe 7 milioni (14 milioni per le due stagioni fino al 2018).
Attualmente, l’ unico pilota che potrebbe eguagliare Lorenzo economicamente è Marc Marquez. Le cifre approssimative parlano di uno stipendio di 10 milioni di euro. Questa cifra, qualora il Cabroncito decidesse di restare in HRC potrebbe aumentare.

Quando si deciderà Jorge Lorenzo? Il tre volte campione del mondo, prima della gara in Qatar aveva dichiarato le sue intenzioni a rinnovare con Yamaha poichè vorrebbe vincere più titoli di Rossi con la casa giapponese, dunque è probabile che la conferma arrivi dopo l’Argentina. Albert Valera, rappresentante di Jorge Lorenzo ha dichiarato che per il momento Yamaha non ha imposto nessun ultimatum al pilota che può prendersi tutto il tempo che vuole almeno fino a Le Mans. E’ probabile che Lorenzo prima di prendere una decisione importante come quella del passaggio in Ducati, nonostante un contratto da zio Paperone, voglia effettivamente vedere il reale potenziale della GP16 nelle prossime gare. Dal 2010 infatti la rossa di Borgo Panigale non sale sul gradino più alto del podio.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •