MotoGP, Valentino Rossi: “Difficile ripetere la gara del 2015”

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

vale_124Per la prima volta dal 2012, Valentino Rossi non è salito sul podio nel gran premio del Qatar che ha aperto la stagione 2016. Il Dottore, fresco del rinnovo con Yamaha per altri due anni, ha tagliato il traguardo in quarta posizione. Rossi ora è carico per il secondo round del calendario MotoGP, l’ Argentina, teatro l’anno scorso del primo contrasto con Marc Marquez e della sua vittoria. Quest’anno non sarà semplice dal momento che i piloti non hanno mai provato i nuovi cambiamenti sul circuito di Termas de Rio Hondo.

“Sono molto contento di fare tappa in Argentina. In questo posto ho molti fans ed è sempre bello sentire l’affetto e la passione di questa gente. Ho bei ricordi qui. L’anno scorso è stata una grande gara ma sarà difficile ripetere il risultato. Noi ci proveremo comunque. In Qatar non sono riuscito a salire sul podio ma tutto sommato è stata una gara positiva. Abbiamo lavorato bene durante tutto il weekend. In Argentina dovremo fare le stesse cose ma dovremo migliorare in gara e provare a salire sul podio. Mi piace molto questo tracciato e cercheremo di dare il massimo“.
In occasione del gran premio, il circuito di Termas ha deciso di dare il bentornato a Valentino con una sua gigantografia stampata sulle scale che conducono alle tribune. La foto è quella della gara del 2015 quando era salito sul gradino più alto del podio con la maglia di Maradona.

Massimo Meregalli, team director di Yamaha spera di vedere entrambi i suoi piloti nelle prime posizioni questo weekend nonostante come già accennato poc’anzi, la mancanza di test con le gomme nuove in questa pista si sentirà parecchio.
“Quest’anno i nostri piloti sono in perfetta forma perciò ci aspettiamo un’altra lotta serrata questo weekend. Abbiamo maturato più esperienza sul funzionamento delle Michelin sulla lunga distanza già dalla prima gara. Sarà interessante vedere come lavoreranno su questo circuito dove non abbiamo ancora testato”.

Se in Yamaha c’è già la firma di Valentino Rossi, all’appello manca ancora quella di Jorge Lorenzo in bilico tra la casa giapponese e Ducati che secondo voci dal paddock avrebbe fatto un’offerta strepitosa al maiorchino.

  •   
  •  
  •  
  •