Jorge Lorenzo: “Mugello pista fantastica!”

Pubblicato il autore: Eugenio Usai Segui

GP-dItalia-al-Mugello-e-classifica-piloti-motogp

Il MotoGP di quest’anno, all’apparenza, sembra dover confermare il dominio di Jorge Lorenzo, che si trova sempre primo a 90 punti: determinante è stata la caduta di Marc Marquez a Le Mans. Ma occhio a Valentino Rossi, distante a sole 12 lunghezze e sempre protagonista di gare con rimonte invidiabili. Il GP del Mugello, rappresenta un’ottima occasione per il “dottore” di riappropriarsi della vittoria in casa, che manca dal 2008; una pista che sente sempre sua nonostante la lunga magra di vittorie. Dopo Rossi e la vittoria di Stoner nel 2009, il Mugello è “passato di proprietà” agli spagnoli, che vincono nel nostro circuito da ben sei anni di fila: 4 vittorie di Jorge Lorenzo, una di ndrea  e una di Marc Marquez. Proprio il campione iridato, Lorenzo, ha dichiarato le sue ottime sensazioni per il prossimo Gran Premio d’Italia: “Arriviamo al Mugello con la grande soddisfazione data dall’ultima gara in Francia. A Le Mans abbiamo ottenuto una vittoria importante ed ora siamo in testa al campionato per cui siamo motivati e fiduciosi in vista delle prossime gare, in particolare quella del Mugello, una pista fantastica e che negli anni passati mi ha fatto godere tanto! E’ sicuramente uno dei miei posti preferiti da guidare e una delle piste più belle del mondo. Il lay-out è perfetto per la YZR-M1 e per il mio stile di guida. Vedremo cosa accadrà quest’anno con la nuova elettronica e con le Michelin“. Le possibilità di vincita del maiorchino ci stanno tutte, ma oltre a Rossi deve guardarsi le spalle da Andrea Iannone, che è un ottimo esperto del circuito toscano (ha vinto due volte lì con la Moto2), e se riesce a domare la sua Ducati è probabile che lo vedremo per primo a tagliare il traguardo, poco importa se il pilota di Vasto è già promesso alla Suzuki per l’anno prossimo; stesso discorso lo si potrebbe riservare per Andrea Dovizioso, che ha sicuramente voglia di riscattarsi dallo sfortunato trend di quest’anno e ripetere l’ottimo secondo posto dell’anno prima. Un’attenta occhiata la merita anche Maverick Vinales, che è reduce dell’ottimo terzo posto di Le Mans e che è da poco ufficialmente pilota Yamaha dell’anno venturo; mossa ben pensata dal team Yamaha, date le ottime prospettive future del giovane spagnolo Suzuki.  Lorenzo, insieme al suo connazionale Marquez, dovrà soprattutto letteralmente guardarsi le spalle dal pubblico italiano che sarà presente all’autodromo, che non ha ancora dimenticato del “biscotto spagnolo” avvenuto nel famoso GP di Valencia ed è ancora inferocito nei confronti dei due piloti spagnoli, ed è per questo che, in misura preventiva, sono stati assegnati degli guardaspalle ai due corridori e avranno i spostamenti limitati.  Tuttavia, la migliore delle vendette è semplicemente un successo italiano di domenica, in modo da interrompere il regno spagnolo nella pista toscana. Quindi, Rossi, Iannone o Dovizioso, va bene chiunque per far ritornare il tricolore al Mugello. Le prove di oggi e domani delineeranno, non completamente, chi potrà fare la gara di domenica; una pole di Lorenzo potrebbe già significare una mezza vittoria, ma lo stesso discorso equivale per una possibile pole VR46.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere MotoGp Sachsenring 2021, tv, orario, streaming