Moto Gp, strepitosa rimonta di Valentino Rossi. Secondo posto importantissimo

Pubblicato il autore: Emiliano Rota Segui

Valentino Rossi

Il GP di Le Mans della MotoGP sarà ricordato per la lunga serie di cadute che hanno estromesso dalla corsa alcuni piloti davvero importanti come le due Ducati di Iannone e Dovizioso e quella di Marc Marquez. In tutto questo marasma di estromissioni illustri a svettare sono state come di consueto le due Yamaha, con Lorenzo dominatore assoluto della gara sin dalle primissime curve e Valentino Rossi meritatamente secondo e bravo a rimettere a posto una gara iniziata malissimo e che aveva tutta l’aria di essere un vero e proprio calvario. Una doppietta importantissima in ottica mondiale con il leader del mondiale Marquez che ha perso una buona occasione per mantenere un vantaggio importante dai due rivali. Per come si era messo il weekend e per il disastro delle qualifiche questo secondo posto di Rossi è forse ancora più importante rispetto alla vittoria in trionfo di Jerez. Con la caduta di Marquez i tre contendenti del mondiale hanno infatti pareggiato la loro situazione in classifica, con una caduta a testa in questo inizio mondiale ed un proseguo di stagione in cui saranno i tre a giocarsi fino all’ultimo la vittoria di una MotoGP quanto mai incerta e complicata.
Escluso un Lorenzo imprendibile e protagonista dell’ennesimo weekend perfetto della sua incredibile carriera – migliore sin dal venerdì, pole position, giro veloce in gara e ritmo costante e velocissimo – quella di Rossi è stata una gara ricca di emozioni ma anche di problemi. L’italiano è riuscito a riprendere per i capelli una gara che aveva tutta l’aria di essere un disastro. Partito dalla settima posizione, si è ritrovato intruppato in una lotta per le posizioni di rincalzo, protagonista di qualche errore e di rischi incredibili. Ha piano piano iniziato a recuperare, riprendendo i piloti di rincalzo e portandosi in quinta posizione all’inseguimento dei piloti di testa. A facilitare il suo recupero ci ha pensato Iannone, caduto quando si trovava in seconda posizione all’inseguimento di Lorenzo. Rossi ha poi fatto tutto da solo, dimostrando di avere un ritmo gara molto simile a quello del compagno di squadra e riportandosi piano piano insieme a Marquez e Dovizioso. Una volta ricucito lo strappo si è innescato il momento più emozionante e bello della gara. Rossi ha iniziato a marcare molto da vicino i rivali per poi far impazzire il pubblico francese e i suoi tifosi con due manovre stupende.
Valentino, in soli due giri, si è liberato dei due rivali con due sorpassi bellissimi, entrambi alla stessa curva. Il primo è arrivato sul rivale spagnolo mentre il secondo sulla Ducati di Dovizioso. Due sorpassi che non hanno lasciato scampo ne possibilità di replica e che hanno portato Rossi nella migliore posizione possibile. Un secondo posto ulteriormente facilitato dall’incredibile doppia caduta di Dovizioso e Marquez. I due stavano riuscendo a tenere il ritmo del numero 46 salvo poi stendersi nello stesso momento e nella stessa curva e aprendo di fatto la strada al secondo posto di Rossi e al terzo incredibile di Vinales. Rossi ha ulteriormente dimostrato la sua incredibile capacità di raddrizzare delle situazioni difficili e di recuperare quando le cose si mettono male. Il rimpianto è tutto in un weekend partito in salita e che sarebbe potuto essere molto diverso se Rossi non avesse imbroccato una qualifica terribile e fallimentare. Probabilmente non sarebbe riuscito a rimanere con Lorenzo fino alla fine, ma avrebbe comunque potuto lottare sin dall’inizio nella prima posizione. Tutto questo nulla toglie all’importanza di un secondo posto ottenuto in questo modo e in queste circostanze. Il distacco dalla testa, ora occupata da Lorenzo, si è ridotto a soli 12 punti. Per Rossi e i suoi tifosi ci sarà da divertirsi.

  •   
  •  
  •  
  •