MotoGP, FP3 Sachsenring: Marquez di nuovo in testa, male Lorenzo!

Pubblicato il autore: Mirko Pellecchia Segui

marquez-sachsenring-qualifying

Per la prima volta i piloti della MotoGP hanno potuto girare senza problemi sul tracciato tedesco del Sachsenring.
Con una temperatura dell’aria intorno ai 20°, tutti i piloti (o quasi) hanno mostrato una buona competitività tant’è che i primi quindici sono racchiusi in appena un secondo (!).

A farla da padrone è stato,senza troppo clamore, Marc Marquez il quale non sbaglia un colpo in Sassonia da ben sei anni.
Dietro di lui si infila un sempre più consistente Andrea Iannone (+0.107) il quale mostra ancora una volta come la GP16 si adatti bene ormai ad ogni circuito.
Terzo,dopo il primo posto di ieri, Maverick Vinales (+0.268). La sua Suzuki sembra adattarsi bene al saliscendi tedesco tanto che lo spagnolo ha mostrato uno dei migliori passi gara.

Alle sue spalle troviamo un Valentino Rossi (+0.328) che è riuscito a riscattare il pessimo inizio di ieri. Molto veloce nei primi due settori,soffre un pò il terzo ma in linea generale sembra essere sulla buona strada per puntare al podio.
A dimostrazione di come le Yamaha siano migliorate quest’oggi, in quinta posizione si piazza Pol Espargaro (+0.358) che precede un Dani Pedrosa che raramente abbiamo visto veloce in prova come oggi.
Dietro di lui Aleix Espargaro e a seguire il terzetto Ducati composto da Barbera,Dovizioso ed Hernandez i quali sono distanziati in mezzo secondo e racchiusi in soli 55 millesimi.
La Rossa italiana è riuscita a piazzare di nuovo ben quattro moto nei primi dieci.
Rispetto alle FP2 manca però nei piani alti Danilo Petrucci il quale è sembrato in forma durante tutto il turno ma che,per questione di pochi millesimi,sarà costretto a passare per le forche della Q2.


Stesso destino toccherà clamorosamente a Jorge Lorenzo. Nonostante le buone condizioni meteo e dell’asfalto,il Campione del mondo non è riuscito a trovare il feeling adatto con l’anteriore della sua M1 ed ha chiuso 15° a nove decimi di distanza.

Da sottolineare,nonostante non siano entrati nella top ten,le buone prove di Cal Crutchlow (11° a +0.638) e di Jack Miller (13° +0.756) il quale sembra essere ancora carico dopo il successo olandese.
Non male nemmeno l’Aprilia che,a dispetto della 16° posizione, va detto che incamera da Marc Marquez appena un secondo.

  •   
  •  
  •  
  •