Moto Gp: Marquez vuole ritornare protagonista ad Aragon

Pubblicato il autore: Marco Picenni Segui

Marc Marquez rides during the Moto Grand Prix 2013 at the Sachsenring in Oberlungwitz, Germany on July 14th, 2013 // Gold & Goose/Red Bull Content Pool // P-20130715-00169 // Usage for editorial use only // Please go to www.redbullcontentpool.com for further information. //

I due piloti del Team Honda Marc Marquez, attualmente primo nella classifica mondiale ed il compagno di scuderia Dani Pedrosa, fresco vincitore del Gp San Marino di Misano si stanno recando ad Aragón, dove nel week end andrà in scena la terza delle quattro gare previste in terra spagnola, l’ultima che si correrà sul circuito “Ricardo Tormo” di Cheste, nei pressi di Valencia dopo le prove di Motegi in Giappone, Phillip Island in Australia e Sepang in Malesia.La pista sulla quale si daranno battaglia i piloti sin dalle prove libere è lunga 5,1 km e consta di ben 17 curve di cui 10 a sinistra e 7 a destra.   Marquez, che domenica giocherà in casa davanti al proprio pubblico, in queste ore ha avuto modo di dichiarare “A Misano, prima della gara Nakamoto mi ha detto “mi raccomando, il tuo obiettivo è finire la gara” e il mio box ha continuato a ripeterlo per tutta la mattinata del warm up”. Ora è il momento di andare a Aragón, una pista che non si adatta perfettamente alla nostra moto, ma dove nel corso degli ultimi anni abbiamo vinto più volte. In ogni caso è importante rimanere con i piedi ben saldi a terra, perché le gare sono molto combattute, quest’anno. Al MotorLand ci sarà anche il mio Fan Club e farò di tutto per realizzare un ottimo spettacolo per i fan”. I punti che lo separano dal rivale Valentino Rossi sono 43 punti, mentre sul connazionale 61. Rossi dovrebbe aggiudicarsi tutte le gare da qui alla fine del mondiale cercando recuperare una media di 9 punti a gara. Impresa per nulla facile se si considera che Marquez non è più il pilota impulsivo di un tempo e che ha imparato ad guidare in maniera più intelligente.

Intanto i piloti yamaha si stanno concentrando e sono determinati a fare bene.
“Ci avviciniamo alla gara pronti ad adattarci alla situazione che incontreremo, ma con la volontà di lottare per il podio davanti al mio pubblico e al mio fan club. Dobbiamo rimanere totalmente concentrati sul nostro lavoro e sui nostri obiettivi, che sono quelli di continuare a lavorare sulla messa a punto di base, come abbiamo fatto ultimamente, per trovare il passo per stare davanti.”
Queste le dichiarazioni sul sito ufficiale della Yamaha dei due piloti del Team che si sono espressi in attesa del GP di Aragon. “Questo circuito ha curva veloci e frenate violente: sarà importante avere una buona moto, con un set-up perfetto”.
Valentino Rossi non vuole scoprire le sue carte, così come Jorge Lorenzo è restio a rilasciare dichiarazione interessanti sul setting della sua moto, anche se si lascia andare ad alcune considerazioni: “A Misano abbiamo lavorato molto bene per tutto il fine settimana, ma in ultima analisi, Dani e Vale sono stati più veloci di noi. Almeno abbiamo ottenuto un altro podio e abbiamo trovato la linea per quanto riguarda l’impostazione con la moto. Sono ansioso di confrontarmi sul terreno di casa e cercherò di assaporare di nuovo la vittoria”, ha annunciato lo spagnolo.
Invece sul fronte Ducati si approda in Spagna con qualche perplessità circa le condizioni fisiche di Andrea Iannone, ancora alle prese con la microfrattura di una vertebra dorsale che si è procurato durante la prima sessione di prove libere a Misano.

  •   
  •  
  •  
  •