MotoGP Misano, Valentino Rossi promette scintille!

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

vale_131 Foto da www.insella.it

Valentino Rossi è pronto a dare battaglia nel Gran Premio di San Marino che si disputerà domenica a Misano Adriatico nel circuito “Marco Simoncelli”.
Il Dottore sa che ormai, mancando solo sei GP da disputare, con 50 punti di distacco in classifica generale da Marquez, deve cogliere tutte le opportunità per rosicchiare punti all’avversario di sempre. E la pista che lui dice essere “casa sua” gli offre la possibilità di provarci.
Valentino Rossi, come riportato dal “Corriere dello Sport – Stadio”, ritiene la gara di domenica la più importante del campionato: “Penserò solo ad arrivare davanti. L’anno scorso non sono riuscito a salire sul podio e vorrei farcela per poter salutare tutti i miei tifosi. I miei due principali avversari saranno Marquez e Lorenzo, che solitamente qui vanno molto forte. Poi bisognerà vedere come si comporterà Maverick Vinales con la sua Suzuki, che a Silvestone ha vinto. Dobbiamo aspettarci qualcosa anche dalle Ducati, che peraltro qui hanno recentemente provato andando forte. La condizione atmosferica dovrebbe essere finalmente buona, una cosa particolarmente importante per noi della Yamaha che abbiamo molte cose da provare. Praticamente è dal Gran Premio d’Olanda che non abbiamo un fine settimana completamente asciutto”, queste le sue parole.

MotoGp – Valentino Rossi: un fiume in piena!

Valentino Rossi non nasconde di considerare la pista di Misano “casa sua”: “E’ la prima pista sulla quale ho vinto una gara del motomondiale ed anche la prima sulla quale ho guidato una moto. Era un circuito diverso allora, è molto cambiato, ma mi piace sempre”.
Sul fatto che ci siano vincitori diversi ad ogni gara, Rossi dà tre motivazioni: “La cosa che ha fatto di più la differenza è stata la pioggia, perché altrimenti ci sarebbero stati meno vincitori diversi. E anche la centralina unica, che ha livellato le prestazioni delle moto ufficiali, aiutando invece i team privati. A questo aggiungiamo il nuovo fornitore unico, la Michelin che ha lavorato molto soprattutto sull’anteriore, quindi adesso si possono fare più sorpassi. Se la situazione mi piace? Sarebbe stato più divertente se le avessi vinte tutte io, ma capisco che dal punto di vista degli appassionati sia meglio così”.

MotoGp – Valentino Rossi: uno sguardo al futuro

Non sembra esserci solo MotoGP nel futuro di Valentino Rossi: “Non è che non mi piacerebbe fare altre gare, magari in auto, ma semplicemente non c’è tempo. Ci sarà quando smetterò di correre in MotoGP, allora proverò anche a gareggiare alla 8 ore di Suzuka con una Yamaha. Vi ho vinto già una volta, ci riproverò, ma fino alla fine del 2018 rimarrò qui”.

MotoGp – In onore del Sic ritirato il numero 58

Tra poco più di un mese saranno passati cinque anni da quel tragico e maledetto 23 ottobre 2011 che ha segnato la scomparsa di Marco Simoncelli nel Gran Premio della Malesia. Il ricordo del Sic è vivo nella mente di tutti gli sportivi e grande è il rimpianto per quel campione che se ne è andato via mentre stava sbocciando. In suo onore la MotoGp ieri ha ufficialmente ritirato il numero 58, il numero del Sic: nessuno potrà scendere in pista con quel numero che resterà per sempre il numero del Sic!

  •   
  •  
  •  
  •