Moto GP Marc Marquez campione per la terza volta! A Motegi Rossi e Lorenzo k.o.

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

C_29_fotogallery_1006824__ImageGallery__imageGalleryItem_3_imageCon tre gare di anticipo lo spagnolo Marc Marquez vince il titolo piloti di Moto GP. Lo ha fatto a Motegi, in Giappone, grazie ad una vittoria favorita dal “suicidio” sportivo di Rossi e Lorenzo, entrambi finiti a terra.  Per Marquez il trionfo è arrivato proprio in casa della Honda, facendo in questo modo un doppio regalo alla casa di Tokyo. Moto Gp Marc Marquez trionfa a Motegi
La gara di Marquez è stata praticamente perfetta. Subito superato Rossi, che partiva in pole, e Lorenzo lo spagnolo ha martellato giro dopo giro non dando scampo agli avversari. Anzi proprio i due rivali più temibili hanno fatto un grosso regalo a Marquez finendo entrambi a terra. Il primo colpo di scena è arrivato a 17 giri dal termine, quando Rossi, secondo e all’inseguimento di Marquez, è caduto perdendo l’anteriore in ingresso curva. Il pesarese si è rialzato a fatica dopo essere rimasto sotto alla sua M1, ma poi è rientrato ai box per ritirarsi deifinitivamente. A cinque tornare dalla fine, poi, ecco il secondo patatrac: questa volta è stato l’acciaccato Lorenzo a finire per terra, perdendo secondo posto (anche quello ipotetico in campionato, che invece resta in mano al compagno di box) e lasciando il titolo nelle mani di Marquez. Dietro a Marquez buona prova delle Ducati e Suzuki con Dovizioso secondo e Vinales terzo. Bravi anche in Aprilia, che con Bautista eguaglia il miglior piazzamento (7°) dell’anno ottenuto da Bradl (qui decimo) in Argentina, e Petrucci, ottavo e tornato finalmente in posizioni più consone al suo valore. Tra i tanti piloti caduti anche Barbera, sostituto di Iannone sulla Ducati ufficiale, Laverty e Miller.
Per Marquez si tratta del terzo titolo piloti in Moto GP dopo quelli del 2013  e 2014.

Le parole del neo campione del Mondo Marc Marquez

“Non me lo aspettavo, pensavo fosse impossibile e invece stavolta ho avuto un po’ di culo – ha detto sorridendo al termine della gara- . Dopo gli errori passati, stavolta era importante vincere. Ho imparato molto dal 2015. E’ stata una sensazione fantastica e voglio dedicare questo successo soprattutto a mia nonna, che è mancata quest’anno.Dopo la caduta di Rossi ho spinto al massimo per la vittoria, poi dai box mi hanno detto che anche Lorenzo era caduto e ammetto che sono stato contento. Forse anche per questo pure io ho commesso un errore, ho perso una marcia, era difficile rimanere concentrato. E’ stato speciale tornare al vertice dopo la scorsa stagione”,

  •   
  •  
  •  
  •