MotoGp Giappone, Rossi: “Posso vincere, ma il titolo è quasi andato”

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

MotoGp Giappone Rossi
MotoGp Giappone, Rossi – La speranza è l’ultima a morire, ma 52 punti sono tanti da recuperare in sole quattro gare. Con queste parole possiamo riassumere il pensiero di Valentino Rossi durante la conferenza stampa del giovedì, il giorno prima dell’inizio delle prove ufficiali sul circuito di Motegi in Giappone. Il Dottore non demorde e si sente performante sul tracciato giapponese che ha dato tanti successi alla Yamaha e a Rossi. L’obiettivo del weekend è mettere pressione al leader della classifica mondiale, Marc Marquez, e riuscire a fare punti per ridurre il divario tra i due.

MotoGp Giappone, Rossi – Valentino Rossi continua a ostentare ottimismo, nella conferenza stampa che inaugura il fine settimana giapponese: “Il circuito di Motegi si adatta bene alle nostre caratteristiche”, esordisce Valentino nella sua intervista. “La Yamaha è sempre stata competitiva in Giappone. Ma, come è stato nel resto della stagione, c’è da comprendere il livello delle gomme, bisogna che scegliamo quelle giuste. E poi c’è sempre il meteo che può regalarci delle sorprese; l’anno scorso abbiamo affrontato tutte le prove sull’asciutto e poi, la domenica, ci siamo trovati con la pista bagnata per la pioggia. Personalmente spero che non ricapiti, anzi che aumenti un po’ la temperatura che oggi faceva un po’ freddino”.
Sugli obiettivi personali e della squadra, il centauro di Tavullia aggiunge: “Dobbiamo fare bene, dobbiamo lottare per fare una buona gara e per ottenere il massimo. Per quanto riguarda il titolo? Dovremo affrontare tre gare in tre settimane, una di seguito all’altra. Non è il massimo perché se dovesse se dovesse apparire un problema in gara questo potrebbe ripercuotersi anche nelle successive. D’altro canto, Motegi, Philip Island e Sepang sono tre piste stupende. È sempre uno spettacolo guidare su questi tre circuiti e non vedo l’ora di mettermi in sella”.
Ultimo topic della mattinata riguardava il mondiale e se la rimonta sul rivale Marc Marquez fosse possibile. Valentino risponde così: “Spero di poter ritardare la sua festa il più possibile, però se guardo la classifica con occhio critico penso che il titolo sia quasi andato. Come ho già detto altre volte, darò il massimo in ogni gara e cercherò la vittoria ma senza pensare al mondiale. Nel frattempo sono in battaglia anche con Jorge Lorenzo, sarebbe una bella soddisfazione stargli davanti e poter vincere il derby interno. Vediamo come va questo fine settimana. Motegi mi è sempre piaciuta e ho sempre fatto bene qui. Ho fatto 11 podi, ma con solo due vittorie; vincere su una pista Honda è una goduria ogni volta”.

MotoGp Giappone, Lorenzo – Anche Jorge Lorenzo è ottimista e spera di poter agguantare la seconda posizione in campionato e vincere il derby suddetto. Il maiorchino non disdegna questo trittico di circuiti in arrivo: “Le prossime tre sono piste in cui il mio stile di guida si adatta molto bene”, dichiara Jorge nella conferenza stampa. “Dobbiamo verificare però ancora le gomme e l’elettronica. Ma non trovo problemi a fare tre gare in tre settimane; si sta tanto in moto e a me questo piace. Sulla mia prova con Mercedes F1? Una fantastica esperienza, è stato meraviglioso poter provare la monoposto più forte del momento. Ho trovato molte analogie con la MotoGp, per esempio c’è tanta tecnologia in tutte e due”.

  •   
  •  
  •  
  •