MotoGP-Michelin, parla il Direttore Goubert: “Sono molto soddisfatto!”

Pubblicato il autore: elia guerra

MotoGp-Michelin
Con i test di Valencia, di Jerez e quelli in gran segreto della Yamaha a Sepang si è ufficialmente aperta la nuova stagione di MotoGp, iniziata con il clamoroso cambio di scuderia di Jorge Lorenzo, passato al Team Ducati che a sua volta si è sbarazzato di Andrea Iannone, passato in Suzuki. Ma ciò nonostante, il moto mondiale conclusosi da poco più di un mese è ancora sotto gli occhi di tutti, così come il suo campione iridato Marc Marquez, presente ieri sera alla cerimonia di Gala della FIM, a Berlino, in cui sono stati premiati tutti i campioni delle competizioni motociclistiche. Queste le parole dello spagnolo: “Ho capito che dovevo cambiare l’anno scorso, quando non sono potuto essere qui. La mentalità da tutto o niente era pericolosaMa sono fortunato ad avere un team che me lo ha fatto notare. Se non ero qui un anno fa è perché ho sbagliato qualcosa. Sono stato poco costante, quest’anno ho cambiato mentalità ed è stata questa la chiave della mia vittoria”.

Oltre, però, al cambio di mentalità di Marquez, tornato – forse – quello degli anni precedenti nelle ultime tre gare, la stagione 2016 passerà alla storia per il ritorno delle gomme Michelin, dopo 7 anni, al posto delle Bridgestone. Cambio che, oltre ad aver scatenato numerose polemiche, ha regalato maggior spettacolo al moto mondiale, visti i 9 piloti differenti saliti sul gradino più alto del podio in 18 gare, una più emozionante e imprevedibile dell’altra.

MOTOGP-MICHELIN – A tal proposito è intervenuto il Direttore Tecnico del marchio francese, Nicolas Goubert, che ha tracciato un resoconto della stagione appena trascorsa. Ecco le sue parole, tratte da motoblog.it: “Sono molto soddisfatto di questa prima stagione di Michelin in MotoGP dopo sette anni di assenza. E’ stata una sfida enorme che abbiamo affrontato con grande successo, con tante emozionanti battaglie in pista, nove diversi vincitori e nuovi record sul giro record. Se torno indietro a un anno fa, il nostro ritorno in MotoGP era praticamente un salto nel buio, con nuovi piloti, nuove moto e nuovi tracciati da scoprire, senza contare il modo in cui sono cambiati gli stili di guida nel corso delle ultime stagioni e un pacchetto elettronico con cui le squadre stavano ancora facendo i conti – prosegue il ‘Numero 1’ Michelin- In qualità di Direttore Tecnico di Michelin Motorsport, sono immensamente fiero dell’eccezionale capacità di reazione dimostrata dal nostro reparto produzione e dal team di sviluppo per tutta la stagione. Ogni volta che abbiamo incontrato un problema, siamo stati in grado di modificare le nostre gomme a tempo di record per affrontare la situazione. Quando dovevamo reagire rapidamente, dopo l’Argentina, abbiamo prodotto una serie di nuove gomme posteriori nel giro di soli tre giorni!”.

MotoGp-MichelinGoubert ha proseguito parlando delle nuove soluzioni adottate nel corso della stagione: “In effetti, abbiamo introdotto diverse evoluzioni nel nostro percorso – nel GP delle Americhe, in Francia e in Germania – e in ogni occasione i miglioramenti apportati ai nostri pneumatici sono stati apprezzati dai piloti e confermati dai tempi. A conti fatti, abbiamo realizzato più evoluzioni in una sola stagione in MotoGP di quanto abbiamo fatto in sette anni di lavoro nelle altre discipline del motociclismo. Abbiamo testato nuove mescole e materiali, nuovi profili del pneumatico, abbiamo progettato e prodotto nuove carcasse. Questo lavoro ci ha permesso di offrire ai piloti una selezione di pneumatici adatti a una vasta gamma di temperature e condizioni diverse, che ha dato loro più opzioni per le loro strategie di gara. In questo modo abbiamo anche creato una certa competizione tra le diverse opzioni, pur rimanendo nello scenario dell’unico fornitore”.

Il Direttore Tecnico ha poi  riferito di essere già al lavoro per la stagione 2017: “La stagione 2016 si è poi conclusa positivamente a Valencia: nel fine settimana di gara abbiamo reso disponibili ai piloti il prototipo del nostri pneumatici anteriori 2017, e più di tre quarti di loro ha poi scelto di utilizzali. Questo ci ha permesso di confermare anche in gara che i nostri team di sviluppo stanno procedendo nella giusta direzione. Al circuito Ricardo Tormo, Jorge Lorenzo ha fatto il record della pista in qualifica e ha anche stabilito un nuovo record sul giro nel GP “. Poi ha concluso così: “Infine voglio ringraziare tutti i piloti, le squadre, i costruttori, IRTA e Dorna per aver collaborato con noi così bene, sempre a stretto contatto per tutta la stagione: è anche grazie al loro sostegno che il ritorno di Michelin in MotoGP è stato un tale e clamoroso successo. La MotoGP è un campionato fantastico e la Michelin è estremamente orgogliosa di farne parte”. MotoGp-Michelin, un binomio destinato a proseguire al meglio, nonostante le polemiche.

 

  •   
  •  
  •  
  •