MotoGp, Rossi svela retroscena su Lorenzo: “Quando ho saputo che andava via…”

Pubblicato il autore: elia guerra Segui

MotoGp, Rossi
Dopo ben nove stagioni passate sulla sella della Yamaha e condite da 3 titoli Mondiali, Jorge Lorenzo ha deciso di dare una svolta alla propria carriera da pilota, passando in Ducati alle spese di Andrea Iannone, che ha dovuto accasarsi alla Suzuki. Il tutto è stato ufficializzato lo scorso 18 aprile ma, di fatto, lo spagnolo fin’ora è salito sulla Rossa solamente due volte, in occasione dei test di Valencia: il suo contratto con il Team di Borgo Panigale entrerà in vigore dal 1 gennaio, ma solamente a fine mese potrà cavalcare la Desmosedici, come riferito da lui stesso a Crash.net: “Non mi è permesso di provare di nuovo fino alla fine di gennaio. In ogni caso, farà bene perché avrò un po’ di tempo libero. Ho bisogno di essere fisicamente più preparato che mai, perché la moto sembra abbastanza difficile da guidare, quindi devo essere molto allenato”. 

Lorenzo poi ha proseguito: “Sarà una sfida molto eccitante, perché quasi nessuno ha vinto prima con la Ducati e per me essere in grado di lottare per la vittoria sarà una buona motivazione. Ducati in un certo senso è come la Ferrari su due ruote. Hanno qualche aura magica, perché il design delle moto stradali è fantastico. Vincere con questa fabbrica sarebbe qualcosa di speciale. Anche i fan della Ducati amano il marchio forse più che i piloti! Questo non accade in nessun’altra società”.

MOTOGP, ROSSI SU ADDIO LORENZO – Il passaggio in Ducati di Lorenzo ha suscitato, nei giorni immediati all’ufficializzazione, un notevole impatto mediatico e moltissimo clamore tra i fan della MotoGp, ma sopratutto tra quelli di Valentino Rossi che hanno accolto la notizia con immenso piacere(non si può dire lo stesso per i tifosi dello spagnolo poiché il cambio di scuderia è sempre un’incognita) visto che tra i due piloti non è mai corso buon sangue, ma solamente grandissimo rispetto. A tal proposito, ai microfoni di ‘tuttomotoriweb’,  ha parlato lo stesso Dottore che ha detto: “Quando ho capito la prima volta che Lorenzo avrebbe cambiato squadra, ho detto ‘Ahhhh’ (ride, ndr). Detto questo, in pista, è molto difficile trovare un compagno di squadra che ha le sue qualità, ed è veloce come lui”. Poi il pilota di Tavullia ha proseguito, chiosando sul loro rapporto: “Dopo l’ultimo Gp a Valencia abbiamo discusso. È stato necessario e, francamente, è stato un buon momento. È chiaro che il nostro rapporto, specialmente dopo quello che è successo l’anno scorso è stato, diciamo, non facile ma siamo stati compagni di squadra per molto tempo, quindi… È venuto da me ed è tornato sui risultati della nostra collaborazione. Francamente è stato un buon momento. Sono contento che ci sia stato, abbiamo fatto anche una foto ricordo”.

MOTOGP, ROSSI-VINALES – Le parole di Rossi dimostrano, quindi, come i due piloti si siano lasciati con il massimo rispetto reciproco e soprattutto con grandissima lealtà, lasciando – in parte – alle spalle tutti i battibecchi, le incomprensioni, le bagarre in pista e via dicendo. Al posto del pilota maiorchino in Yamaha ci sarà il giovane classe ’95 Maverick Viñales, pilota che darà del filo da torcere al Dottore, come riferito da lui stesso: “Sarà forte almeno quanto Lorenzo. Ho avuto la possibilità di vederlo al lavoro ed è davvero veloce e preciso sulla moto. Abbiamo parlato molto e eravamo concordi sulla maggior parte degli aspetti e ha già migliorato alcuni dettagli grazie alla nostra collaborazione. Spero che continueremo in questa direzione”. Insomma, ora non resta che aspettare il 26 marzo prossimo, quando in Qatar andrà in scena il primo GP del Moto Mondiale.

  •   
  •  
  •  
  •