MotoGP 2017: le novità del regolamento

Pubblicato il autore: francesca la fata Segui

Risultati immagini per motogpModifiche tecniche, sportive, disciplinari e mediche : è di pochi giorni fa l’ufficializzazione da parte di Dorna delle novità previste per la stagione 1017, che partirà il 26 in Qatar con la consueta gara in notturna.
Dopo un 2016 decisamente interessante da questo punto di vista, con l’introduzione della centralina unica per tutti e della Michelin come unico fornitore al posto di Bridgestone, la commissione Grand Prix con a capo Carmelo Ezpeleta ha comunicato quanto segue in ottica anno nuovo:
MODIFICHE TECNICHE: proprio l’argomento gomme, che è stato senza ombra di dubbio uno dei più dibattuti durante la stagione da piloti e non solo, ha visto un deciso cambio di rotta. Via infatti le intermedie, mentre rimane invariato il numero di mescole da bagnato e asciutto, con l’aggiunta di mescole slick supplementari sia per l’anteriore che per il posteriore. La gomma intermedia, introdotta da Michelin con l’intento di creare una soluzione adatta a tutte quelle situazioni miste particolarmente critiche per i piloti, non ha però trovato largo consento e nemmeno particolare applicazione; nonostante l’annata 2016 abbia portato in scena numerose gare in condizioni non soleggiate, i piloti nella maggior parte dei casi non hanno considerato la gomma intermedia idonea per affrontare una corsa, che, con la sua formula flag to flag, risulta essere portata a termine in maniera più efficace con l’utilizzo della combinazione slick-rain.

TELECAMERE IN MOTO2 E MOTO3: i 6 migliori piloti delle due classi sono attualmente tenuti a montare sulle proprie moto delle telecamere che hanno lo scopo di fornire le immagini onboard della diretta tv. Tuttavia, è stato considerato il peso di queste telecamere considerevole, soprattutto in due categoria come queste dove il peso dell’accoppiata moto-pilota è risaputo essere particolarmente critico. La soluzione adottata per il 2017 prevede l’applicazione su tutte le moto di telecamere, funzionanti o meno, in modo che nessuno possa essere svantaggiato da questo particolare tecnico.

TEST MOTO2 E MOTO3: sono state decise 10 giornate di test (a cui si aggiungono le giornate di test ufficiali) durante la stagione per tutte le scuderie dotate di pilota con contratto, da effettuare su qualunque circuito.Risultati immagini per moto3

SICUREZZA: non è più consentito ai commissari di pista il pulire la pista o alterare le condizioni della superficie senza istruzioni precedenti o autorizzazione rilasciata dal Direttore di Gara e dal Responsabile della Sicurezza. Direttore di gara e Chief Medical Officer devono per ogni GP essere in possesso del FIM Superlicense.

GARA RIAVVIATA: cambiamenti anche per quanto riguarda le gare con sospensione in seguito a meno di 3 giri completati: in questo caso sarà possibile per tutti i piloti la seconda partenza, anche per quelli che non avevano completato il giro di allineamento.

RITARDI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA: d’ora in avanti i ritardatari che si appresteranno ad arrivare sullo schieramento dietro alla safety car saranno puniti con un rientro ai box e partenza dalla pit-lane.

ECCESSO DI VELOCITÀ NELLA PIT-LANE: l’eccesso di velocità sarà punito con una multa di 200 euro (non più di 150). Con infrazione ripetuta la pena potrà essere aumentata in aggiunta a quelle inflitte dagli FIM MotoGP Stewards. La funzione e le responsabilità della Direzione Gara e degli Stewards MotoGP FIM rimangono invariate.
REGOLAMENTO MEDICO: diverse modifiche sono state apportate al Codice Medico FIM che danno al FIM Medical Officer più potere e più responsabilità. Il codice ha anche rafforzato il diritto dei piloti infortunati al rispetto della riservatezza circa la loro condizione: il personale medico e/o i funzionari di pista non sono più autorizzati a rilasciare dichiarazioni a terzi, se non ai parenti più vicini.

  •   
  •  
  •  
  •