Colori più brillanti e soluzioni aerodinamiche: svelata a Madrid la nuova M1 2017

Pubblicato il autore: francesca la fata Segui

Se la stagione 2017 della MotoGP fa attendere gli appassionati ancora per due mesi prima del via in Qatar previsto il 26 di Marzo, le case non si sono fermate e già il mese di gennaio comincia a portare aria di novità e attività.Da sinistra Maverick Vinales e Valentino Rossi

Siamo nel quartier generale della Telefonica, sponsor principale della Yamaha, dove, davanti a centinaia di giornalisti provenienti da tutto il mondo, la nuova Yamaha M1 versione 2017 è stata finalmente svestita dei teli grigi che la coprivano e resa nota al mondo.

Tante erano le voci nel web che da giorni ipotizzavano un cambio netto nel colore della livrea, con l’aggiunta di un verde fluorescente stile Kawasaki o di un azzurro più chiaro metallizzato. La nuova M1 invece colpisce per gli spiccati colori blu e verde, che risultano decisamente più brillanti rispetto alla passata stagione, e per l’eliminazione del bianco nella parte inferiore della carena, ora colorata dello stesso blu elettrico che fa da sfondo ai conosciuti sponsor Yamaha.

Se dall’esterno la nuova Yamaha sembra essere molto simile alla versione 2016, sono comunque ravvisabili modifiche importanti dal punto di vista aerodinamico, aspetto che è stato curato in modo particolare dopo la modifica del regolamento che prevede per il 2017 l’abolizione delle alette, accorgimento aerodinamico che ha più volte aperto ampie discussioni. Le forme sembrano più tondeggianti e quasi sicuramente saranno presenti un telaio e un forcellone differenti, per meglio adattarsi allo stile Michelin. Soluzione ancora da confermare è quella relativa alla posizione del tappo del serbatoio benzina spostato nel codone: nel caso di conferma di questa soluzione infatti si tratterà di una novità importante che permetterà di spostare massa nella parte posteriore della moto, lasciando più spazio anteriormente all’elettronica. Saranno i test di fine mese in Malesia a dare un risposta definitiva a questa ipotesi.

Entusiasta come un ragazzino è apparso Valentino Rossi, subito attivo anche sui social per manifestare il suo apprezzamento nei confronti della nuova M1. Così il nove volte campione del mondo si è espresso sul prossimo anno: “Negli ultimi 3 anni sono sempre arrivato secondo, quindi bisognerebbe trovare il modo per fare quel pelo in più. Il mio obiettivo è quello di lottare per il campionato, cercare di essere in corsa dall’inizio alla fine, cercare di essere competitivo tutte le domeniche“. E a proposito del nuovo compagno di squadra Maverick Vinales, appena ventiduenne (Valentino stesso era presente al suo compleanno qualche giorno fa) :“Sono abituato a un compagno forte, dopo questi anni con Jorge Lorenzo. Maverick mi ha molto impressionato. Di certo può già lottare per il titolo. Sono sicuro che faremo un buon lavoro insieme per sviluppare la moto e per essere sul podio in tutti i GP. Ora sarà importante lavorare bene nei tre test per arrivare al meglio al primo GP in Qatar”.

Da parte sua, Vinales ha rincarato così: “Sono molto motivato e farò tutto quello che mi sarà possibile per vincere. Ai test sono andato forte, come tanti hanno sottolineato, e un po’ mi sono sorpreso. Io ho guidato come so, e la moto era fantastica”.

  •   
  •  
  •  
  •