Le Iene sfidano Valentino Rossi. E a farne le spese è Guido Meda

Pubblicato il autore: francesca la fata Segui

Ho deciso che smetto, mi ritiro. Se non c’ho le motivazioni, se non sono lì davanti, dai, cosa sto a fare.
Con questo frame da brividi lungo la schiena per i suoi tifosi, ha inizio il servizio (in onda questa sera su Italia 1) che “Le Iene” hanno realizzato nel giorno del 38esimo compleanno di Valentino Rossi, con tanto di visita nel suo quartier generale e invasione della playstation del campione.

La “festa” di compleanno si è articolata in un colloquio esplosivo composto da tre manche, durante le quali Le Iene hanno sfidato Valentino con una versione decisamente dinamica del suo gioco per playstation, il “Valentino Rossi – The Game”. E quanto è scaturito è una brillante sfida che tocca diversi temi.
Prima manche, primo handicap: domande a cui rispondere durante la guida.
-“Nella tua carriera ti ha fatto incazzare di più Biaggi, Marquez o Lorenzo?”
“Con Biaggi è stata una grande rivalità, direi Biaggi”
-“Uno ti fa cadere, un altro ti ruba i mondiali, un altro ti ruba la tipa. Cosa hai fatto agli spagnoli?”
“(risata) non lo so sinceramente”
-“Non hai paura di tornare a casa e trovartela occupata?”
“Un pochino sì”
-“Il decimo mondiale rischia di diventare un’ossessione. In caso di vittoria come festeggeresti?”
“Non lo so sono cose che si organizzano lì per lì”
-“Non succede, ma se succede, continuerai a gareggiare o no?”
“Mah, mi piacerebbe avere questo problema sinceramente, però ho un contratto di due anni, direi che due anni li faccio”
-“Nel paddock c’è del nonnismo?”
“Purtroppo poco. Quando ero piccolo io c’era più nonnismo, adesso i piloti che arrivano giovani sono più spavaldi”
-“Nel calcio ormai è quasi d’obbligo l’astinenza dal sesso prima delle partite. Tu prima di una gara hai mai consumato?”
“Sì mi è capitato, il sabato sera.”
-“La volta in cui hai fatto incazzare di più papà Graziano”
“Da piccolino i carabinieri mi hanno ritirato lo scooter. Io c’avevo anche l’ape quindi sono tornato a casa, gli ho detto che mi avevano ritirato lo scooter, e Graziano era già abbastanza arrabbiato. Ho preso l’ape. E il giorno dopo mi hanno ritirato anche l’ape. Lì si è arrabbiato moltissimo e mi ha dato anche un calcio nel culo mi ricordo”
Fine prima manche
Seconda manche: visore da alcolizzato, in mancanza di una cassa di birra.
-“Hai mai fatto una follia d’amore?”
“Tipo dei kilometri in macchina per andare da delle morose”
-“Cioè facevi tutto in un tour ?”
“No nel senso una alla volta”
-“Sei mai stato rifiutato da una donna?”
“Sì è successo”
-“Prima o dopo?”
“Di essere Valentino Rossi? Durante! Mi è dispiaciuto molto, ma alla fine ci sta anche quello lì”
-“38 anni e ancora nessun erede Vale, ci pensi ogni tanto?”
“Mi piacerebbe avere un figlio prima o poi, facendo questa vita qui è difficile”
-“Anche perché ti sei appena lasciato..”
“Un anno fa..”
-“Vabbè lei è rimasta nel giro dei motori” (Linda Morselli, ex fidanzato di Valentino Rossi, sta ora con Fernando Alonso, pilota di formula 1, da circa un anno)
“(RISATA) Lei ha fatto il passaggio che ero in procinto di fare io. L’ha fatto lei”
-“Ci imiti Biaggi?”
“(risata) Eh Biaggi parla un po romano, ahò stai a rosigà?”
-“Iannone?”
“Iannone c’ha la erre, la evve. Ciao Vale come va? Stai bene?. No non c’è la erre” (RISATA)
Fine seconda manche-
Terza manche: phone, “pioggia”, “nebbia”, “vento”, “fotografi” e fan
-“Dei 9 titoli mondiali il più figo qual è stato?”
“Secondo me il più bello è stato il primo con la Yamaha dai”
Fine terza manche, non senza difficoltà. E fine della sfida.
Valentino vince. Ma non è ancora finita: manca la penitenza.

E punizione sia, ma per gentile concessione del pilota di Tavullia quest’ultimo decide di sottoporsi allo scherzo ideato dalle Iene in caso di loro vittoria: uno scherzo telefono al giornalista, nonché voce del motomondiale, Guido Meda:
-“Ciao Guido sono Vale”
“Ciao Vale!”
-“Ciao, tutto a posto?”
“Sì tu?”
-“Sono un po’ giù. Infatti volevo chiamare te perché non so con chi parlare”
“(risata) cretino!”
-“Volevo dirti che ho deciso che mi ritiro”
“Cosa stai dicendo?”
-“Se non c’ho le motivazioni, se non sono lì davanti, dai cosa sto lì a fare?”
“Ma te sei serio adesso o stai scherzando?”
-“Son serio son serio”
“Quando mi dicono, ma Valentino ce la fa? Io dico, lo stimo così tanto, che anche quando lo vedo fare secondo nel mondiale, penso che stia già facendo una cosa che continua ad essere meravigliosa”.

E per un Guido Meda reso malinconico dalla parola ritiro pronunciata da Valentino, Le Iene nel finale ce ne presentano la versione post scoperta dello scherzo, animata in un: “Vale quando ti verrà in mente sul serio, risparmiami sta telefonata”.

  •   
  •  
  •  
  •