Meregalli: “Un 9 a questa Yamaha, test positivissimi, Vale stupirà”

Pubblicato il autore: francesca la fata Segui

Motogp, Yamaha. Quale sarà il rapporto fra Valentino Rossi e il nuovo compagno Maverick Vinales? Quanto il giovane spagnolo (solo ventiduenne) può essere davvero competitivo? Può lottare per il mondiale già da questa stagione? Sarà più veloce di Rossi?

Sono fra le domande più discusse queste che riguardano i due piloti del team Yamaha Movistar, e chi meglio di colui che ogni giorno vive il loro rapporto può provare a rispondere?

Nel contesto della conferenza stampa Yamaha che si è tenuta oggi Risultati immagini per maio meregallinell’headquarter del colosso giapponese, ai microfoni di Sky Sport, Maio Meregalli, team manager della squadra, ha analizzato così quello che per ora sembra essere il rapporto tra Valentino e Maverick: “ posso solamente dire che per ora li ho visti confrontarsi, cosa che in passato non  succedeva quasi più, condividere aspetti tecnici e decisioni prese“. Mentre sull’ipotesi di scintille come è avvenuto in passato con Lorenzo, Menegalli commenta: “adesso direi di no, ma per ora spero che quello che succederà, succederà solo in pista“.

Il team manager Yamaha ha poi provato a commentare quando visto a proposito di Vinales nella tre giorni di test di Sepang. Queste le sue parole sullo spagnolo :”che fosse così veloce così da subito no, non mi ha stupito. Mi ha stupito di più la freddezza, l’ho visto così concentrato, mai visto panico per avere il giro veloce, che ha cercato solo alla fine. Mi ha veramente colpito più per questo che per la velocità”.

In generale, le sensazioni e i risultati che il team porta con sè dalla Malesia sono estremamente positivi, come conferma Maio: “Abbiamo fatto un test positivissimo, era da tanto che un test non andava così bene. Abbiamo provato tantissimo materiale e quasi tutto andava bene. Vedere i piloti cosi soddisfatti non capita spesso. Se anche a Philips Island riuscissimo a confermare queste sensazioni ci farebbe pensare con molto ottimismo l inizio del campionato. In un voto le darei 9” ha concluso facendo riferimento ai prossimi test del 16-17 febbraio sul circuito australiano.

Infine un commento proprio sulla stagione 2017: “sarà un campionato interessantissimo, Vale alla fine trova sempre un modo di stupire, lo farà anche quest’anno, ha finito a due decimi dal giro più veloce e questo non succede spesso nei test, è di buon auspicio“.

L’auspicio per il team è quello di lottare per il titolo, piloti e costruttori, ma anche di riuscire a rendere compatibili due personalità forti come quelle che comporranno il box. Ancora fresche sono infatti le forti difficoltà che hanno caratterizzato il rapporto fra Jorge Lorenzo e lo stesso Valentino, a partire dal muro costruito nel 2008 per limitare il passaggio di informazioni tra le due parti del team, fino ad arrivare ai duri momenti vissuti a fine 2015 per le vicende avvenute nell’ultima parte della stagione, che portarono Lorenzo a vincere il titolo all’ultima gara del campionato.

Maverick per il momento mantiene un atteggiamento decisamente riservato, senza

mai essersi espresso in commenti a proposito di quella che è una posizione che è risaputo essere non facile. Per quanto riguarda il suo apprezzamento dal “popolo giallo”, sembra esserci una sostanziale parità tra quanti lo considerano un pilota scomodo e che potrebbe riscaldare il rapporto come avvenne con il connazionale Lorenzo, e quanti invece lo apprezzano e spendono buone parole per lui. Sicuramente ben accolta fu la pubblicazione sui social (Instagram) di un abbraccio nel parco chiuso con il futuro compagno, sottotitolato dalla didascalia “respect“. (in foto)

 

 

  •   
  •  
  •  
  •