MotoGP, GP di Sachsenring: Rossi, Petrucci e Folger in conferenza

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito Segui

La solita conferenza stampa di preparazione al GP di Sachsenring

MotoGP. Nella seconda parte della conferenza stampa di presentazione al GP di Sachsenring 2017, sono intervenuti Valentino Rossi (fresco vincitore del GP di Assen), Danilo Petrucci e l’esordiente “padrone di casa” Jonas Folger.

Valentino Rossi è ancora felice per la vittoria olandese: “Sono davvero contento di questa vittoria, arrivata dopo più di anno dalla precedente a Barcellona, ed è importante per il campionato, visto che in questo momento ci sono tanti piloti e moto diversi tutti vicini tra loro. Ogni gara è una storia differente ed il campionato è aperto. Ora arriviamo al Sachsenring, un tracciato diverso da quello di Assen, e le previsioni del tempo chiamano pioggia in questi giorni, ma noi dobbiamo essere a posto in tutte le condizioni, anche nell’eventualità di una gara flag-to-flag. L’anno scorso non ero così male né su bagnato né su asciutto, ma è stata una gara caotica e speriamo in non trovare condizioni intermedie.” Un fan chiede sui social: come hai speso il tuo primo stipendio da motociclista? Rossi risponde: “Penso di essermi preso la mia prima macchina. Avevo 18 anni e mi sono comprato una Subaru”.

Danilo Petrucci, arrivato secondo alle spalle di Valentino Rossi domenica scorsa, non si capacita ancora del sorprendente secondo posto ad Assen, ed ai giornalisti in sala dice: “Se devo essere sincero non mi aspettavo di essere così veloce ad Assen in condizioni di asciutto. La poca pioggia caduta poi negli ultimi giri non mi ha creato problemi, anzi vorrei dire che mi ha aiutato. La moto sta andando bene e qui l’anno scorso eravamo competitivi su pista asciutta, anche se poi sono caduto. Dovremo tenere in considerazione il nuovo asfalto che secondo me farà molta differenza, ma sarà così per tutti. In ogni caso, è emozionante trovarmi a lottare con i piloti più veloci ed in classifica iridata non sono lontano da Pedrosa che è quinto. L’obiettivo rimane quello di finire sempre le gare, poi vedremo”. Poi gli chiedono cosa farebbe se la sua ragazza gli chiedesse di non correre più: “La lascerei! (ride, ndr) Oppure le direi di andare lei al lavoro al mio posto, dobbiamo pur vivere in qualche modo!”.

C’è poi tempo per le parole di Jonas Folger, che quest’anno ha esordito in MotoGP e che per la prima volta correrà in Germania, davanti al pubblico di casa sua: “Sono molto contento di essere qui, è davvero bello sentire il supporto dei fan. La nostra stagione è iniziata davvero bene: all’inizio pensavamo solo ad entrare in top ten, ma le cose sono andate ancora meglio e le aspettative sono aumentate, tanto da puntare sempre alla top 5. Non sarà facile, anche perché in condizioni differenti cambia il comportamento della moto: mi serve un po’ più di esperienza ma possiamo fare un buon lavoro. Nel corso dell’inverno non sapevo se il salto in MotoGP era la scelta giusta, ma alla fine stiamo lavorando bene e sto realizzando continui progressi”. Ma Jonas chi inviterebbe con sé all’Oktoberfest? “Penso Valentino… Ma tutti quanti, così posso mostrare loro la nostra festa”.

  •   
  •  
  •  
  •