Infortunio Rossi: il pilota dimesso dall’ospedale. Ecco quando potrebbe tornare in pista

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui
infortunio rossi

Infortunio Rossi: operazione perfettamente riuscita, il pilota torna a casa. Intanto si fanno le prime ipotesi sulla data del rientro in pista

Dopo l’operazione perfettamente riuscita per ricomporre le fratture di tibia e perone della gamba destra, Valentino Rossi è stato dimesso questa mattina dall’ospedale di Ancona. Lo ha annunciato il professor Raffaele Pascarella, colui che ha operato Il Dottore nella giornata di ieri, attraverso una conferenza stampa andata in scena in mattinata. Pascarella, che è il direttore di ortopedia e traumatologia nell’ospedale anconetano, ha speso parole confortevoli sul processo post-operatorio del campione di Tavullia: “In trenta-quaranta giorni potrebbe tornare a correre, poi ovviamente ognuno ha i suoi tempi di recupero. Al momento ha qualche dolore ma la frattura è stabile, tutto dipenderà dal dolore che sentirà nei prossimi giorni, le gambe servono per andare in moto e per poter gareggiare ad alti livelli.” Quindi quando potrebbe tornare in pista il numero 46? Pascarella non si sbilancia: “La palla di cristallo non me l’hanno ancora consegnata, con Valentino abbiamo parlato del suo recupero, non del suo lavoro.” Nel prossimo paragrafo proviamo a fare qualche previsione sul suo ritorno in gara.

Infortunio Rossi: ecco quando Il Dottore potrebbe tornare a gareggiare

Dato per certo che Rossi salterà la prossima gara, in programma domenica 10 settembre a Misano Adriatico, qual è la data da cerchiare in rosso per il suo ritorno in pista? Viene difficile, almeno per il momento, pensare che Rossi possa tornare in pista il 24 settembre, quando si disputerà il gran premio di Aragon. Ma il trentottenne ha dimostrato già in passato di avere una soglia del dolore molto alta (basti pensare al recupero dopo l’incidente del 2010) e soprattutto una capacità innata di bruciare le tappe dopo un infortunio. Ecco quindi che il ritorno nel Gran Premio di Aragona non è da escludere a priori. Più plausibile, invece, che possa tornare nel Gran Premio del Giappone, a Motegi, il 15 ottobre. Quel giorno saranno passati 45 giorni esatti dalla data dell’operazione. Nella giornata di ieri lo stesso Rossi ha dichiarato di voler tornare per la gara nipponica. Ovvio, però, che potrebbe influire sulla decisione di Rossi la lotta per il primato nella classifica generale del Motomondiale. Al momento il pilota di Tavullia occupa la quarta posizione, ad appena 26 punti da Andrea Dovizioso, leader della classifica. Ecco quindi che fa tutta la differenza del mondo, ai fini del piazzamento finale, saltare due gare o saltarne tre.

  •   
  •  
  •  
  •