DOHA: Day4, Hosszu e Manaudou ancora record, Atkinson impresa storica

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

hosszu

Katinka Hosszu sembra un automa. Entra in vasca e conquista la sua quarta vittoria con relativo record del mondo vincendo i 200 m misti in 2′ 01″ 86. L’ungherese ha seminato letteralmente le avversarie imprimendo distacchi sovrannaturali per questi livelli, dimostrandosi di un altro pianeta in questa distanza. La britannica Siobhan-Marie O’Connor è giunta seconda a 4 secondi di distacco (2′ 05″ 87) e l’americana Melanie Margalis terza a quasi 5 secondi (2′ 06″ 68).

manaudou

Seconda medaglia d’oro e secondo record del mondo per il francese Florent Manaudou che ha vinto i 50 m dorso in 22″ 22. Dagli spalti, il braccio che l’ha diviso dall’americano Eugene Godsoe (23″ 05) è sembrato un abisso per questa breve distanza. Terzo il russo Stanislav Donetc in 23″ 10.

Alia Atkinson

Impresa storica per la jamaicana Alia Atkinson che ha conquistato il primo oro mondiale per il piccolo stato caraibico vincendo i 100 m rana con il tempo di 1′ 02″ 36 e uguagliando il record del mondo di Ruta Meilutyte. La lituana oggi non si è espressa ai suoi massimi livelli, accontentandosi così del secondo posto (1′ 02″ 46). La Atkinson, terminata la gara, si è girata verso il tabellone dimostrandosi incredula davanti a questo fantastico risultato. Terza l’olandese Moniek Nijhuis  in 1′ 04″ 36.

  •   
  •  
  •  
  •