Vogel eroe per caso, salva una donna che stava affogando

Pubblicato il autore: Lorenzo Matricardi Segui

Vogel

Florian Vogel, astro nascente del nuoto tedesco e mondiale, stavolta ha attirato l’attenzione dei media non per i suoi risultati sportivi, bensì per aver salvato la vita di una donna che rischiava di affogare nel fiume Isar. Il fatto risale al 25 giugno, mentre il 20enne nuotatore si stava dedicando a un servizio fotografico per la Bild in vista dei Mondiali. Poco distante una donna 24enne è uscita di strada con la sua auto ed è finita nel fiume, in un punto particolarmente pericoloso perché caratterizzato da corrente molto forte e presenza di rapide. Vogel, sentendo le grida della donna, si è gettato nelle gelide acque del fiume tedesco senza pensarci su un attimo ed è riuscito a portarla in salvo sulla riva.

La polizia ritiene che la donna non fosse finita per caso fuori strada, ma che stesse mettendo in atto un tentativo di suicidio, per poi pentirsi una volta caduta in acqua. La sua fortuna è stata quella di tentare lo sconsiderato gesto nei pressi della location scelta per il servizio fotografico del numero 7 al mondo negli 800 metri stile libero e decimo nei 400 il quale, nonostante la difficoltà, ha saputo portare a termine l’eroico salvataggio. Queste le parole di Vogel in merito all’episodio: “In quel momento non pensavo alla corrente, alle rapide o alla temperatura gelida, ma volevo solamente portare in salvo la donna. La difficoltà maggiore è stata quella di nuotare con un braccio solo, perché con l’altro tenevo la signora, che nel frattempo era svenuta. Salvare la vita di una persona è la sensazione più eclatante che abbia mai provato. È stato incredibile”.

  •   
  •  
  •  
  •