Fondo 10 km Kazan 2015, Rachele Bruni beffata allo sprint

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

kazan 2015 arrivo

Stesso discorso fatto ieri per gli uomini, questa è la gara Olimpica e le prime 10 di oggi staccano il pass diretto per Rio 2016. Tensione alle stelle, quindi, per Rachele Bruni e Aurora Ponselè che dovranno vedersela con le migliori specialiste del momento tra cui Poliana Okimoto (4 volte campionessa del mondo) e Angela Maurer (3 volte campionessa mondiale) su tutte. Le condizioni del campo di gara sono perfette come ieri, lo spettacolo è assicurato.
Pronti, via e Aurora parte subito all’attacco, mentre Rachele rimane coperta. Irruente e determinata, l’azzurra vuole impostare la gara davanti, però, questa eccessiva foga la conduce, al km 1, a sbagliare traiettoria, obbligandola a fare uno sforzo di oltre 100 m per rientrare in diagonale alla boa rossa e riportarsi in testa.

kazan 10 km giro 2

passaggio al km 5

Al primo giro (km 2,5), Ponselè passa in testa in 30’25’’ con Bruni (che ha preso un’ammonizione per contatto) in 14ª posizione. Il gruppo si ricompatta al 4° km comandato da Eva Risztov con Aurora 3/4ª e Rachele 9/10ª.
Nonostante l’inizio aggressivo abbia spremuto un po’ di forze ad Aurora, l’azzurra non demorde e conduce a metà gara (km 5) in 1h00’26’’ davanti a Anderson e Okomoto, c’è molta bagarre. Rachele aumenta la frequenza di bracciata e cambia ritmo intorno al km 6,5 risalendo il gruppo e portandosi nelle posizioni di testa, mentre Aurora si defila sulla sinistra del gruppo di testa.
Al terzo giro (km 7,5) Aurelie Muller passa in testa in 1h30’16’’ con Rachele Bruni seconda e Aurora Ponselè impantanata in 20a posizione. La francese prova l’allungo, ma Rachele tappa il buco, con Sharon Van Rouwendaal alle calcagna. Il gruppo si allunga e si crea un buon margine tra le prime tre e le avversarie, è fuga !
Sul lungo rettilineo finale, le tre ragazze si studiano e allargano la rotta verso l’esterno. Aurelie Muller aumenta il ritmo e prova a staccare le compagne di fuga, Rachele stringe i denti, ma viene superata ai -500 m da Van Rouwendaal. L’azzurra soffre, la bracciata si appesantisce e il vantaggio dalle inseguitrici si riduce metro dopo metro. Lo sprint finale tra l’olandese e la francese diventa palpitante quando la prima attacca all’ingresso dell’imbuto aumentando l’efficacia della gambata. Dal testa a testa esce vincitrice Aurelie Muller.
Rachele Bruni arriva stremata e, proprio sul finale, viene beffata da Ana Marcela Cunha che risale dalle retrovie come un treno… peccato ! L’azzurra si consola strappando meritatamente il pass per Rio 2016. Aurora Ponselè, invece, paga troppo un inizio gara troppo veemente e termina 22a, rimanendo fuori dai prossimi giochi olimpici.

Classifica Fondo 10 km Kazan 2015 femminile

1. Aurelie Muller (FRA) 1h58’04”.3
2. Sharon Van Rouwendaal (NED) +2”.4
3. Ana Marcela Cunha (BRA) +22”.2
4. Rachele Bruni +23”.6

22. Aurora Ponselè +1’29”.6

 

  •   
  •  
  •  
  •